Il nostro presepe ….


Anche quest’anno gli Amici del Presepe della parrocchia di Cuveglio si son prodigati per proporre alla Comunità un presepe che fosse veicolo di un messaggio evangelico, secondo il loro stile: volutamente una ‘realizzazione artistica’mediante cui si andasse a riprendere una tematica della diocesi. Così prendendo spunto dalla proposta del parroco don Lorenzo, quest’anno il Presepio è ispirato all’XI Sinodo della diocesi di Como: “Testimoni e annunciatori della misericordia di Dio”: dunque, ruota attorno a cinque tematiche-chiave: Giovani, Famiglia, Poveri, Presbiteri, Comunità cristiana.

Così, nell’opera (un termine non usato a caso, vedere per credere, tanta è la meticolosità seguita dai volontari) rappresenta queste cinque realtà: l’oratorio di Canonica quale ritrovo per i giovani, la Caritas come luogo di accoglienza per i poveri, il Seminario dedicato alla formazione dei Presbiteri e il Vescovo che accoglie la Comunità cristiana sulla porta del Duomo di Como.
E al centro, la Natività, immagine della Sacra Famiglia.

Anche Cuveglio ha il suo “Spelacchio”

Eh si ! Come tradizione vuole, con il Presepio non può mancare l’Albero di Natale (… e che Albero di Natale ! – verrebbe da dire) a rendere ancor più gioiosa e sobria l’atmosfera natalizia.

E’ così che, fortemente voluto dalla confraternita dei ‘Santi’ e dal parroco don Lorenzo, dopo un rinvio forzato di una settimana nei giorni scorsi è stata messa in atto una vera e propria ‘missione’ con tanto di addetti specializzati al taglio e trasporto eccezionale per il recupero dell’Albero generosamente donato da una proprietà nel vicino paese di Brenta ed erigerlo nel piazzale antistante la chiesa di Cuveglio.

Anche quest’anno l’intraprendente gruppo dei “Santi del Presepe” della Parrocchia di Cuveglio non ha voluto far mancare l’accostamento alla Sacra Famiglia del simbolo del Paradiso e del rinnovamento cristiano.


Dopo un lavoro certosino e attento per prelevare la pianta e il successivo

trasporto ad hoc effettuato dai volontari stessi ecco arrivare l’arbusto in piazza San Lorenzo dove viene preso in consegna dai ragazzi che si prodigano per adagiarlo e stabilizzarlo proprio di fronte all’ingresso principale della Chiesa

.