Blu Volley, non arrendersi mai !

Oggi si gioca … in casa, sull’asse Gemonio-Cuveglio: due partite di società una nel primo pomeriggio con l’under 15 di federazione l’altra è la designazione ufficiale PGS con la under 17 alle ore 18.
Quello che esce dalle due sfide, benché non appannaggio di Blu Volley, dice di due gruppi, con diverse ambizioni (aspettative) oltre he età, che nonostante anche problemi di numeri, stanno crescendo come potenzialità e dinamiche di gioco.
Le ragazze allenate da Manfredi ospitano la formazione di Lonate Ceppino di Agorà Volley ‘Verde’
. A referto i primi due parziali sono giocati praticamente a braccetto e in cui affiorano le ambizioni di Blu Volley (25-18, 23-25). Agorà impone alti ritmi di gioco i quali si denota mettono a dura prova la retroguardia gialloblu che ben replica e gioca una palla alta. Nel terzo le ospiti riescono a mettere a terra palle preziose, mentre Blu Volley cala (5-15) ma tallona sempre ((12-20, 16-22); Agorà non diminuisce nel pressing ((20-25). Il parziale successivo vede la squadra di casa trovare l’assetto e la determinazione per un ritorno (6-1): Agorà tasta la validità della squadra nostrana e rientra ma manda diversi palloni a rete, fintanto da parer chiudere ma l’ultima battuta costa cara: per il finale 25-23.
Con l’inizio del tiebreak Agorà impone la sua autorità sulla retroguardia di casa (1-3, 5-8): le ragazze di Manfredi non si perdono d’animo ma non riescono a recuperare lo svantaggio in scioltezza; è dura e anzi mentre la squadra ospite avanza dall’altra ecco che si punta troppo sui 9 metri.

A Cuveglio Blu Volley ospita le pari età di Pallavolo Lonate; la tradizione dice di un divario tra le due squadre ma al contrario in campo la squadra di coach Giudici non demerita affatto anzi ….
Conquistata palla al sorteggio, la partita si profila una formalità per le ospiti che realizzano un ‘cappotto’ (0-7) ma le locali sono determinate a non arrendersi facilmente e, attente alla palla e “attente” in fase di ricezione, pur cedendo su altre apparentemente innocue da “lungolinea” cercano di rimanere in scia (4-7, 6-10 8-12, 9-13) ma sul finire della prima rotazione, a fronte di un gioco già di per sè intenso e incentrato su palloni alti, imprimono sull’acceleratore allargando il gap (11-16, 13-18) mentre le ragazze di casa non riescono ad avere continuità di palla asfissiate dal gioco avversario (14-0, 15-23) per il finale 16 a 25. Stesso atteggiamento di Lonate nel successivo (1-6) e Blu Volley che cerca di rientrare (5-8) fino al 18-25 finale. Nel terzo le locali mettono la testa avanti (2-0, 4-3) impensierendo la tattica delle avversarie ma la situazione poi si rovescia seppur non tanto facilmente visto che pure Blu Volley alza il suo gioco (9-11). Poi, situazione che nuovamente si capovolge: Blu Volley s’impianta e Lonate arriva alla meta: 16-25.

Non sono le prime partite che dirigo in questa stagione atipica ma di una cosa mi sono accorto in particolare con le due gare di oggi: sarà per la voglia di #Ripartenza delle atlete sarà per lo ‘scalino’ dell’età introdotto, ho denotato un gioco e delle dinamiche che stanno maturando sempre più in queste categorie ‘under’.

Pallavolo giovanile ai blocchi di partenza

(6 febbraio 2021)

Come non bastasse l’immediata e inevitabile sospensione delle attività dal marzo scorso in corrispondenza del proliferare della pandemia da Covid, che di fatto ha congelato la stagione agonistica e amatoriale 2020, le successive speranze per una possibile ripartenza per tutte le società e categorie con il sopraggiungere dell’autunno – con i dovuti accorgimenti e restrizioni -, sono state sostanzialmente poi smorzate dalla “famelica” nota federale del 5 dicembre la quale ha intimato un aut aut alle aspettative di tanti disponendo, in base a quanto previsto dal DPCM 3 dicembre, che veniva ammessa continuità solamente alle categorie e campionati di interesse nazionale.
Pertanto, con ciò la Fipav ha stabilito che l’attività (da leggere accesso alle palestre e partite di campionato) era preclusa solo alle serie maggiori (A e B – campionati per quest’ultima iniziati da poche settimane -) rimandando le rimanenti categorie (dalla serie C in giù) successivamente al 15 gennaio (data di scadenza del DPCM), confidando nel senso di responsabilità delle squadre nell’ottica del rispetto delle innegabili esigenze di tutela della salute. Tradotto, veniva ammessa solo l’attività di ripartenza, e quindi di allenamento, della serie B mentre da serie C in giù tutto rimaneva ancora in sospeso.

Fermo stante il fatidico ‘interesse nazionale‘ tanto sostenuto e profetizzato, la Fipav con la nota federale del 5 dicembre disponeva un’apertura solamente a categorie e relativi campionati con “finalità” nazionale (che cioè prevedono una fase nazionale). Di fronte alle singole prese di posizione prese da diverse Federazioni a tutela delle proprie discipline elevandole a eventi “di interesse nazionale”, con la successiva nota del 16 dicembre si è cercato di riportare ordine nella situazione creatasi e, scaduti i termini predefiniti del Decreto, va ora di fatto a premiare le giovanili under “in regola” (under 13, under 15, under 17, under 19)e – parzialmente – la C (regionale), a scanso della serie D (regionale), di Prima, Seconda e Terza Divisione (provinciale).

La prospettiva della Federazione Italiana Pallavolo, vista la situazione contingente ancora problematica ma calmierata dall’arrivo di misure di prevenzione, è ora di sbloccare una situazione meramente stagnante:
con il mese di febbraio, pur nella consapevolezza che il rischio “zero” di contagio non esiste, benché siano state trovate misure di prevenzione, intendendo fornire le massime garanzie possibili per tutelare la salute degli atleti , degli ufficiali di gara e di tutti gli addetti ai lavori, in osservanza delle indicazioni del CTS, ha previsto una ripresa anche per i campionati sino ad ora rimasti fermi, interessando in questo modo (finalmente) la pallavolo giovanile .

Fatta questa doverosa e .. puntigliosa premessa, il primo di febbraio sono stati pubblicati i calendari “riformulati” delle varie categorie interessate.

La nostrana Blu Volley si presenta con quattro squadre: under 13, under 15, under 17 e under 19; in attesa di novità sul versante delle PGS dove potrebbe partire un sodalizio u17.