Ripartenza con le Pulci a Cuveglio

Arriva la Ripartenza anche per me, dopo un anno di inattività causa le misure restrittive ben note . Al Palabunker di Cuveglio primo impegno di campionato per le ‘Pulci’ (leggi u13) guidate da Manfredi che ospitano il sodalizio di Bogno, giovane gruppo che riunisce elementi dei limitrofi paesi di Besozzo e Monvalle.
Approccio alla gara con la stessa prassi che mi è solita applicare, cioè con una opportuna osservazione delle squadre in fase di riscaldamento, in particolare nei 10′ ufficiali, cercando di carpirne fragilità o lacune nei fondamentali che potrebbero essere sanzionabili. Sul trespolo cerco sempre di portarmi, oltre alla mitezza del ‘buon padre di famiglia’, anche il must di Cristina Bollini: ‘non fischiare quello che vedi solo tu e Gesù’. Ma non sempre è facile applicare alla lettera questo teorema, ciò che peraltro dovrebbe essere puro esercizio !
Partita che da subito mostra diversi pesi in gioco: da una parte il sodalizio locale che come grinta eredita in buona parte le caratteristiche di dinamicità della squadra della passata stagione, capaci di realizzare pure sui nove metri, dall’altra Bogno che si dimostra poco incisiva ed efficiente nei fondamentali – nonostante la supervisione della panchina -, incapace di sfruttare le palle attive (diverse a rete). I parziali (25-12; 25-9; 25-7) sono perciò specchio della differente consistenza e aggressività dei due gruppi.
Nonostante l’impegno richiesto, ancora una volta denoto come sia doveroso mantenere concentrazione e conduzione del gioco alte a prescindere come importante mantenere un equo metro che oltremodo tenga conto anche della categoria da dirigere …..

Scendo pertanto dal seggiolone con un pò di dolceamaro in bocca per non esser riuscito tenere alta da inizio a fine gara questa importante dote dell’arbitro.