Tutti “insieme” a Gazzada

(domenica 8 aprile)

Messa alle spalle la pausa per le festività pasquali, riprende il circo del Piede d’Oro che questa domenica fa tappa a Gazzada Schianno per la 13^ edizione della ‘Corri con noi x la vita’ organizzata dal gruppo podistico di Gazzada degli amici Luciano Dalle Fratte,Stefano Frattini e Luca Ponti.


Con gli amici Gianni e Francesca raggiungiamo di buon’ora la location della suggestiva Villa de Strens  , sede della casa comunale e delle scuole.

 

 

 

Ecco gli amici di sempre: Antonio Spoti e la moglie Aureliana e Lorena, Simone Prina, Michele Immobile e Andrea Marzio della Whirlpool,  Katia Fornasa e Francesco Piccinelli dell’Atletica Verbano, Nando dell’Athlon Runners; Samuele, Giovanni, Stefano della Mezzanese, Alessandro Carù e Daniela dell’Aermacchi; per ‘prendere aria’ due passi sullo spiazzo della zona di partenza e la sottostante palestra; risalgo la scalinata ed ecco Franco Di Sario e Ruggiero Armida, poi alla spicciolata gli altri del gruppo CB S. Andrea.
Alla stregua degli altri astanti di giornata, mi accingo anch’io ad un pò di riscaldamento “su e giù”, dapprima per conto mio poi a mò di giro di lancio accompagnando il Piratino ed il minigiro che parte alle 9.10.
Alle 9.30 è invece il nostro turno: partenza a fianco del municipio , ‘ad imbuto’ ed essendo in discesa lungo un piacevole passaggio meglio procedere con ‘attenzione & circospezione’. Battuto questo primo camminamento che riscende, usciamo dalla villa ed affrontiamo un lungo rettilineo dove ritrovo l’amico Gero al termine del quale è posto il primo km che ci porta verso il centro del paese e di lì a poco ad immergerci in un primo tratto della ciclabile.
Percorso di 10 km rivisitato, non particolarmente impegnativo, ad eccezione di qualche brusca risalita, ma decisamente ricco di saliscendi che non concedono “vita facile” ! … Ciclabile che conduce ad un tratto di sterrato il quale accompagna verso un belvedere sul lago di Varese e il Monte Rosa ( peccato per la foschia mattutina !). Rientro sulle vie cittadine verso Gazzada e nuovo attraversamento cicolopedonale al termine del quale si trova il ristoro.

Primi km fino a raggiungere l’Eolo “Point” con gli amici Aldo e Renato costeggiando i binari che attraversano Gazzada i quali – come poi avrò riscontro dall’amico Gianni – danno un’idea della tipologia del percorso “a spirale”.

Di nuovo su un lungo rettilineo che accompagna verso il suggestivo centro storico del paese e, dopo un tratto in dolce discesa con la prepositurale dedicata a S. Giorgio, imbocchiamo un’erta di qualche centinaia di metri la quale ci riporta nei boschi della zona e, attraverso un piacevole (ma da affrontare con attenzione per evitare infortuni) camminamento (nel senso stretto della parola, visto che si snoda alquanto stretto !!) raggiungere la fontana del Febré.
Quindi si procede in direzione della zona industriale del paese prima di affrontare un impegnativo sentiero in salita e ridiscendere verso i rigogliosi e verdi prati della zona ‘Streccione’, riguadagnare il tratto di ciclabile percorso inizialmente prima di rientrare nella villa che ospita il comune, ripercorrere il piacevole tratto verdeggiante della partenza e tagliare il traguardo.

 

 

 

 

Se l’intento di giornata era di tastare lo stato di forma … rivedibile direi ma come detto all’inizio il percorso di giornata con il suo sviluppo era già di per sè impegnativo costringendo ad una buona “tenuta” e a conseguenti cambi di ritmo: io mestamente andavo spesso … “fuori giri” … stringendo i denti al passaggio dall’Eolo Time e sbuffando ‘sommessamente’ quando vengo affiancato dall’amico Ruggiero.

Prossimo appuntamento a Brenta per una nuova tosta tappa !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *