Folgore e Robur da 'sotto pressione' fino all'ultimo: Folgore "crea" e Robur "distrugge"

(venerdì 10 novembre)

Designazione infrasettimanale a Varese Bosto per dirigere una gara di under 16 fra il locale sodalizio ‘B’ e la compagine Robur di Cassano Magnago. Buon banco di prova per continuare a mettermi alla prova e “risvegliarmi” ! …
Ambedue le squadre sono fanalino di coda del loro girone invernale, quindi più che lecito attendersi una gara molto tirata e .. viva !
Per la prima volta mi trovo dinanzi il sodalizio di Cassano Magnago e pertanto è “curioso” osservarne anche il livello, classico approccio del’arbitro. Ebbene, il riscaldamento dirà ben poco quanto a carenze o difetti da ambo le parti ! non resta dunque che la gara ! …
Ne è seguita una partita di 2 ore (!!) che, risultato a parte che ha visto la squadra di casa alla fine spuntarla, difatti è stata molto intensa e giocata da ambedue le formazioni, con le locali che, pur partite bene, hanno commesso diversi “farraginosi” errori, concedendo ‘ampi spazi di manovra’ alla squadra ospite.
Bosto parte bene (3-0), imponendo anche i propri ritmi di gioco ma dall’altra parte le giocatrici non stanno certo a guardare anzi … (7-4, 10-7, 11-9 al giro di boa) fino al 14 pari che rianima e ridà ossigeno a San Giulio. Le ragazze di Sgrò cercano di mantenere la concentrazione e la determinazione necessarie ma .. invano; ed è proprio dalla fragilità e poca convinzione che nasce il sorpasso e la vittoria del set per le ospiti (23-25) già con il primo giro di boa e favorire il recupero della squadra della brughiera.

Robur San Giulio che anche nei set successivi non si è lasciata sfuggire l’occasione per complicare la pratica a Bosto che, dopo due set altrettanto (se non di più)  intensi e vissuti da ambedue, riesce a ribaltare i conti (25-22; 26-24).
Rientrata così “in partita”, ora Folgore ha fretta di chiudere ma …”Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco” recita un proverbiale detto: e infatti il quarto set vede letteralmente, dopo un avvio promettente (3-0) le ospiti schiantare la squadra di casa incapace di reagire al bel gioco espresso a tutto campo da Robur con le proprie giocatrici per nulla intimidite ad attaccare dalla seconda linea e ad azioni anche di rimessa in gioco della palla sottorete da “palpitazione” (18-25).
Si arriva così (!!!) al tie.-break dopo un avvio incerto Robur San Giulio pare fare il colpaccio (1-6), parziale letteralmente ribaltato poi da un buon turno in battuta di Barbagli e al lavoro coeso del gruppo Ritrovato il pari però è l’opposto Morello per Folgore a mettere le mani sulla partita (12-9) e, pur cercando di crederci sino all’ultimo San Giulio tiene accese le speranze ma deve cedere 15-11.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *