San Pietro … vede e provvede ! …

(giovedì 19 ottobre)

Già dal’inizio di questa stagione ho voluto mettermi alla prova, ‘rompere il ghiaccio’ da subito: mettermi cioé in discussione con le categorie “più ostiche con le categorie di maggior rilievo nelle quali ho poca dimistichezza, padronanza della mia posizione.
Stasera (mercoledì 18 ottobre) under 16 ad Azzate tra le compagini di Orasport Gazzada e San Pietro di Cassano Magnago.

L’osservazione come da ABC parte già dal riscaldamento: si apprezzano due quadre sostanzialmente poco fallose anche nei fondamentali devo dire.
Le locali partono di slancio nel primo set (4-0) complice la “non-aggressività” della compagine di Cassano Magnago 0-4, 2-11). E’ solo questione di cambio palla perché San Pietro dimostri un gioco più fluido e convincente, con diversi attacchi soprattutto dai centrali, anche da seconda linea ma Gazzada riesce a mantenere un rassicurante break di quattro punti per il finale 25-21.
Col ritorno in campo delle squadre si assiste ora a una sorta di rovesciamento di fronte: San Pietro che rotti gli indugi fa bene (e a tutto campo) girare la palla e dimostra caparbietà e buoni spunti d’attacco, Orasport che subisce l’onta senza dare sensazione di ripresa e gli ospiti s’impongono nettamente (15-25).
Il terzo parziale è praticamente fotocopia del precedente con le ragazze di Gazzada tecnicamente sfilacciate e inefficaci per una buona gestione della palla e perciò squadra incapace di risollevarsi (prima rotazione 0-5) favorendo l’azione avversaria nonostante anche qui non si pecchi di qualche .. svista (finale 25-13 per San Pietro).
San Piestro dimostra oramai di superare le locali ma … mai dire mai: la pala è rotonda, e nella pallavolo questo è un verbo !! finché non cade diceva qualcuno ! Così, dopo la prima rotazione (11 a 7 per gli ospiti), e aver sofferto degli attacchi ripetuti Gazzada pare ritrovare la grinta cercando una (flebile) rimonta nonostante rimanga sempre alle spalle della squadra di Cassano Magnago (22-25).

Personalmente ho cercato i approcciare al meglio alla partita. Attento sulle dinamiche di gioco, non tengo subito conto che si è i u16 e quindi conseguono altre attenzioni di gioco !! quindi ne ricavo che nonostante il buon debutto stagionale, c’è ancora da lavorare … per figurare al meglio ! L’unica cosa con il mio comportamento (non assolutamente fiscale) mi auguro di non aver avvantaggiato o svantaggiato nessuna delle due squadre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *