Un weekend … varesino

(domenica 6 novembre)
Il weekend comincia con due designazioni presso la palestra del Centro Giovanile San Carlo: una under 13 e a seguire l’under 16.
Due belle partite, nonostante i diversi “pesi” in campo, due categorie diverse come approccio e dal punto di vista dell’arbitro verosimilmente da gestire con adeguato tatto e nondameno attenzione (e reazione).
Per l’under 13 si tratta di un quasi-derby visto che il sodalizio di casa ospita le coetanee di CSI Luvinate. Sulla panchina ospite ritrovo Sergio (Passaro), “dirigente-incallito” ora neo allenatore, complimentiii !!
Pronti si parte ma dopo una prima fase di studio (4-4; 6-6) le locali avanzano con una buona azione orale e una buona rotazione del capitano congiuntamente a una cattiva ricezione avversaria (+7): 13-7, ma nonostante le attenzioni dell’allenatore di Luvinate le ragazze non cambiano atteggiamento né determinazione per il finale 17-9.
Il secondo parziale vede invece la squadra di casa praticamente “sedersi” e disunirsi appannaggio delle ospiti che già in avvio fanno registrare una buona partenza (1-7).
Nei successivi San Carlo riprende “le briglie” del gioco e tornano giocare come sanno (17-4; 17-8, 17-8).

Alle 17.30 di scena l’under 16 che è opposta a Bergoro Volley; se la squadra locale appare verosimilmente più affiatata come gruppo e probabilmente maggior esperienza si contrappone una formazione giovanissima (con alcune ragazze del 2004 !!)
Ne consegue un primo parziale in cui appare in tutta la sua schiettezza questa disomogeneità (10-3), e già al termine della prima rotazione il referto registra 19-7 per il finale 25-10, nei successivi due Bergoro si dimostra più affiatata e capace di mettere in apprensione San Carlo (25-20; 25-15). Peccato !!

Domenica … realizzo (!!!) di avere a che fare con un altro derby cittadino, questa volta “stretto”: under 14, Folgore Bosto contro San Carlo; quindi … vai di derby !!
Eh sì, la partita infatti è molto combattuta per gran parte della quasi ora e mezza giocata punto a punto; che sia “sentita” lo si avverte anche dal pubblico presente a supportare l’una e l’altra compagine e .. caloroso.
Dopo la famosa “fase di studio” nel primo set (4-4, 5-5), gli ospiti tentano di allungare (7-10). La squadra di casa non ci sta e raggiunto il pari (11-11) ad inizio della seconda rotazione realizza subito il controsorpasso (14-12 e poi 18-16), nonostante la veemenza di San carlo, per il finale 25-17.
Seguono due parziali a full-di-cotone , uno per parte, con ambedue le squadre che giocano a tutto campo, mentre aumentano nonostante la categoria ” su iniziativa” di Bosto, le dinamiche di gioco su tiri alti a cui il sestetto ospite risponde prontamente e senza farsi intimidire. Le locali nel terzo parziale sono capaci di rimettere in discussione parziale e giochi ribaltando un set iniziato male (5-10) e una situazione sfavorevole (9-17) realizzando con una buona prova di squadra un gap di +8.
Si arriva così al quarto set, che può essere determinante per la prestazione .. e l’umore di tutte e due le compagini. Aumenta simultaneamente la tensione “nell’aere” sia in campo che in panchina, ma emerge parimenti la compattezza e la determinazione della squadra di casa (25-19).
Una gara alla quale ho cercato di approcciare con tranquillità e imparzialità, lasciando giustamente spazio al “ragionevole dubbio”; posso dire di non avere “sbrodolato” (piuttosto qualche occhio chiuso di troppo) nonostante qualche occhiataccia che, col senno di poi, poteva avere senso … ma il buon senso è sempre vigile !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *