A Mornago con un’occhiata al cielo

(domenica 12 giugno)
Contrariamente a quanto le previsioni continuavano a minacciare anche per questo weekend questi giorni, una giornata coperta ma per fortuna senza poggia ha accolto la carovana del PdO che questa domenica si è data appuntamento a Mornago per la 5^ edizone dela ‘Morgana RunningRace’, quindicesima tappa del calendario. Sin dalla prima mattina e dopo un pò di riscaldamento con l’amico Alessandro Giancane, si apprezza però una umidità non indifferente che ci farà compagnia !
Appena giunto nel cortile antistante il campo sportivo luogo di partenza e arrivo della gara, subito ritrovo Antonio Antò Spoti con Aureliana e AdelePina e Omar, Samuele, Barbara, Paolo e gli altri amici della Podistica Mezzanese, Sergio Castagna e il coriaceo Alessandro Carù, Franca e Daniela Ferro dell’Aermacchi, Michele Immobile e Andrea Marzio della Whirlpool; l’amico Claudio Michelon, Giuseppe Ramundo della Cardatletica e il mitico Giulio ‘Lo Squalo’ Dorigo.
Percorso confermato in toto, per uno sviluppo di qualche centinaia di metri inferiore ai canonici 10 km, tranne brevissimi passaggi su asfalto interamente lungo i sentieri boschivi e delle campagne limitrofe, di cui i primi 3 risultano essere i più impegnativi proponendo una dolce ma progressiva ascesa al punto più alto e che accompagnano alla verdeggiante e suggestiva piana di Montonate, nella quale si snoda la parte rimanente della gara odierna.

Quindi tracciato che non presenta particolari difficoltà altimetriche ma per contro alquanto ricco di saliscendi i quali non concedono affatto tregua agli astanti, “quasi istigati ad una corsa di rilancio” ! …

Alle 9 il via al folto gruppo oggi presente (550!!), e subito dopo il consueto periplo del campo da calcio c’è da sudare lungo un camminamento che ad eccezione del primo chilometro induce a stare in fila indiana …. Una breve discesa messi alle spalle i primi 100o fa ricredere sulle premesse del tracciato !! … pare appunto perché a seguire continuando nei boschi si profila in continua anche se non eccessiva salita, resa ancor più pesante dalle recenti precipitazioni.
Cerco di resistere in questo primo tratto maggiormente impegnativo idealizzando di poter rifiatare una volta raggiunta la fantomatica piana ma prima ancora dei ‘3000’ mi defilo; per la verità, riesco a stare appaiato prima alla Lory Castiglioni e poi a Omar Spoti (.. increddibbbileee !!!). Sul successivo tratto boschivo in ascesa – 3-400 metri che accompagnano al culmine della tappa – è l’amico-“guastafeste” Peppo che mi si affianca e si offre come .. personal train … Più avanti ancora è la volta della rientrante Emanuela Polinelli che procede con un passo tranquillo ma continuo. Infine, Marco Riva e Rinaldo Francesca dei Runners Varese.
Frattanto ci riavviciniamo alla zona di partenza : l’ultimo km inizia con l’attraversamento di un vivaio e quindi “esse” in uscita dai boschi – scollinamento – con la volatona (…) al gonfiabile !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *