“Una partita” ….; una under 13

(venerdì 15 aprile)
Da tempo vado riversando sulle pagine del mio blog anche resoconti periodici delle mie due passioni sportive, tra cui la pallavolo; resoconti delle partite che dirigo periodicamente con passione e abbracciando la filosofia che ci è stata trasmessa.
La passione è così tanta che mio malgrado (!! puffpuff !!) non manco, su Facebook o direttamente sul mio blog ioscriwo.net, di fare pressocché di ognuna (mi permetto dalla mia posizione ‘neutrale’) una breve cronaca o riflessione, a prescindere dalla categoria di gioco e dal livello/impegno della gara. E allora via, una volta tornato a casa, se non addirittura sfruttando ogni minima occasione – in macchina, sugli spalti di una palestra, al bar -, riversare sul fido taccuino che mi porto appresso o direttamente sul portatile “kilometri” di inchiostro, riempendo nn pagine con le mie esperienze vissute, cercando in esse di far trasparire (ciò vuol dire che non sempre riesco in ciò, anche per questioni di tempo/riporto) non tanto il lato prettamente tecnico della gara quanto le sensazioni di me arbitro dal seggiolone e magari qualche possibile opinione sulle squadre protagoniste !
E’ per questo che non posso fare a meno di scrivere anche di ieri sera a Casciago dove ho avuto il piacere di dirigere – come penso quando scendo dal seggiolone al termine della partita e dico apertamente alle squadre: una normalissima e tranquilla partita di under 13 ma che sono “rimasto” soddisfatto di aver diretto fra la compagine di casa e le coetanee di San Filippo.
Potrei dire una più belle gare, dal punto di vista del gioco, della grinta e dell’impegno profuso dalle atlete come pure delle dinamiche di giovo viste qua e là in considerazione della categoria (u13) da quando ho cominciato a fare l’arbitro.
Sulla carta, padrone di casa oramai ‘rodate’ in fatto di u13, forse di prima esperienza (leggi per l’annata ndr) buona parte delle ragazze di San Filippo.
Ebbene, nonostante la partenza “d’autorità” di Luvinate (4-1, 10-2; e poi 16-5 per il finale 17-6) che “lascia al palo” un pò attonito il sestetto opposto, le giocatrici avversarie si distinguono e giocano bene ‘puntando’ a più riprese sui palloni alti (!!), nei successivi due set, in particolare nel secondo quando riescono a stare avanti (2-5, 4-6) e poi a rimanere appaiate alle locali (8-8, 12-12) arrendendosi solamente ai vantaggi 18-16 complicando “i piani” alle atlete del CSI Luvinate. Negli ultimi due invece la compagine bustocca “si siede”, nonostante un sussulto nell’ultimo parziale “giocato” fattivamente alla pari in cui San Filippo accarezza il set grazie a un buon turno in battuta che vale un break di 6 punti ma conquistata la palla la risposta di Luvinate è altrettanto “autoritaria” (break di 8 punti, d 9-13 a 17-13) e la squadra di casa riesce a fare il suo gioco.
Alla faccia della giovane categoria, le due compagini sciorinano un gioco tutt’altro che “banale”, arrivando addirittura a giocare in diversi tratti di partita palle alte e scientemente su piazzate e palleggi rovesciati: nulla da eccepire direi !!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *