‘Destinazione PalaCuasso’

(sabato 20 febbraio)

Appuntamento stasera al PalaCuasso di Cuasso al Piano per un’altra gara di categoria under 16: di fronte la squadre del CSI Bisuschio e di San Marco (dal calendario si evince una ‘inversione di campo’) .

Parto come sempre di buon’ora da casa per raggiungere la non molto vicina; passo il paese di Arcisate, “saluto” l’amico Giuseppe e, passata la rotonda che porta al paese di Cuasso al Piano, mentre mi avvicino alla destinazione riconosco il tratto finale che viene affrontato nell’omonima gara del Piede d’Oro.

Riuscito ad entrare in palestra (dall’ultima volta hanno ristrutturato l’impianto), da protocollo saluto subito gli allenatori delle due squadre.
Gara che nel suo sviluppo è praticamente ‘a senso unico’, con una rediviva squadra di casa da una parte e una giovane squadra di San Marco che, pur cercando di rimanere aggrappata nei vari parziali, dimostra diverse pecche o leggerezze di gioco (quando umi metto a scrivere questi articoli non mi pongo certo come osservatore “autorevole” ma mi esprimo semplicemente dal mio punto di vista di arbitro-“commentatore”-blogger – e infatti mi trovate poi qua!)
Sin dall’inizio si capisce il gap tra le due compagini in campo: appena conquistata la palla la locale squadra di Bisuschio prende il largo (3-7) e per contro le ospiti (San Marco) soffrono il gioco non certo asfissiante ma ben organizzato anche nelle finalizzazioni di Bisuschio. Il completamento della prima rotazione fa registrare 9-17; San Marco appare gracile e poco efficace sia a servizio che nelle azioni sottorete dove per la verità vengono commessi errori di “leggerezza”.
Per cercare di porre rimedio e rimettere ordine in campo i bustocchi chiamano due timeout ma non sortiscono effetto (17-25).
Il secondo set è sostanzialmente un copione di quanto già visto con Bisuschio che tenta subito la fuga(0-4), capitalizzando anche dei buoni turni in battuta (6-9, 8-1410-18), benché gli errori ‘di distrazione’ si annotino qua e là da ambo le parti. Proprio da questo punto di vista, il finale di set vedrebbe gli ospiti poter rientrare a seguito di ripetuti errori al servizio dei locali ma San Marco non sa approfittarne (17-25). Si denota un set comunque più combattuto (parziale di 22′ contro i 18′ precedenti).
Buona invece la (ri)partenza di San Marco nel terzo set che i porta sul 4-0 mentre Bisuschio fatica a rientrare (7-4, 7-9). Si alza allora l’efficacia della 2^ linea di casa che, a parte i buoni attacchi sciorinati nella partita, con il capitano regista capitalizza un buon break da 9-3 a 10-1,12-17. Sul punto più critico il sestetto di San Marco si blocca, torna a commettere degli errori grossolani (12-18, 13-22) favorendo la conclusione della squadra locale (18-25).

(cronaca del venerdì 19)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *