‘Mmma vvieniii !! …’ “2” … e “3”

(venerdì 15 gennaio)

Dopo continui rinvii infrasettimanali, stasera (ieri ndr – scritto sabato !!) si combina per il solito giretto con Angelo e Giovanni, proprio in un pomeriggio in cui Eolo ha deciso di .. dire la sua !!
Così, usuale tragitto lungo la ciclabile – nuovo tratto incluso oramai nella nostra consuetudine – fino ad arrivare alla nuova rotonda di Rancio Valcuvia e ritorno, risalendo al Borgo e percorrendo la via interna che corre parallela alla statale.
Sfidando il freddo lasciato dal vento insistente, ci importiamo per le campagne retrostanti Cuveglio sulla locale ciclabile. Pur non forzando (ma sono i miei compagni che tentennano) blandamente conduco comunque. Si arriva al termine della prima parte che esce in via Molino Galli, quindi Gianni decide di proseguire sul variegato e sconnesso, boschivo tratto che porta fino a Rancio.
…. chi più chi meno, riusciamo a mantenere il ritmo.
Qui- con la sottolineatura di Angelo pur condivisa – inizia il Calvario odierno: la risalita della strada che dal rondò risale al municipio del paese, non più di 3-400 metri ma che non danno tregua. Si proceda tutti in fila con Gianni a fare l’andatura: così fino a metà dell’ ascesa quando “prendo la testa”e stringo i denti. ….. ; gli ultimi 60 metri li faccio volutamente in progressione. Arrivato su all’inizio della via è un liberatorio ‘Mmma vviienniiiiii! !!!’.
Dopo questo momento di esultanza personale si riprende sulla strada che con suoi su e giù ma in altopiano riporta verso Cuveglio.
‘Oggi ti lascio andare’ – dice Gianni- ma non è poi tanti convincente. In effetti, da questo punto in poi fino all’ASSALTO FINALE sul rettilineo che riporta alle poste pianta due-tre begli allunghi che almeno per quanto mi riguarda “ammirevoli” ! …. Dell’ ultimo quando oramai siamo al termine solo sterrato per arrivare sul rettilineo finale su via Aldo Moro. Determinismo lo sterrato e già tengo d’occhio le retrovie, e infatti lo vedo sopraggiungere con un altro suo allungo. Sull’ asfalto il testa-a-testa continua con lui che mi sprona; io riesco allora a darmi forza e arrivare infonde il fatidico ‘La’ ! !
‘Mmmaavviennniiiiii’ ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *