Prima in u20

(domenica 15 novembre)

Ad attendermi per questo weekend un’altra ‘prima volta’ della stagione 2015/16, a dirigere una categoria pressocché inedita nella mia esperienza di direzione di gare: una under 20; a dir la verità una sorta di ridesignazione per una partita “scoperta”, pertanto parto con l’intenzione di mettermi in gioco accettandola !
E posso dire – col senno di poi – una scommessa vinta perché posso dire essermi, perlomeno aver cercato di essere all’altezza, (spero!!) dimostrato all’altezza della categoria.
Di fronte la squadra locale di Induno Olona contro le coetanee di Primavera, una gara – mi riferiscono poi dal tavolo del segnapunti – che tradizionalmente si pone quasi come un derby fra i due gruppi tanta è la caparbietà e la tenacia reciproca che ambedue le compagini riversano nell’appuntamento, contendendosi punto a punto ogni set di gara, lasciando così in bilico il risultato finale !
E con questo riassumo praticamente quanto si è poi visto sul campo dal fischio d’inizio all’ultimo pallone messo a terra.
Se è vero che per la cronaca le padrone di casa sono state capaci di stare sempre davanti imponendosi, il 3-0 finale non dice la verità di quanto visto effettivamente sul campo: di certo le avversarie non sono rimaste affatto a guardare: il divario tecnico è risultato praticamente inesistente, le giocatrici di casa hanno avuto forse solo quel “TOT” in più che può fare la differenza in gara (il famoso fattore campo ?). A riprova di ciò, si aggiungano diversi tratti di scambio intenso e di rimessa in gioco della palla non trascurabili, a testimonianza della sottilissima differenza esistente !! ..
Mi preparo a questa prima (sperando di riuscire a) portandomi tutti i “crismi” necessari: su tutti, una maggiore attenzione (più che mai necessaria a questi livelli, e “ricercata”) alle dinamiche di gioco al fine di preservare il buon gioco ed eventuali lamentele, a quelle sottigliezze tecniche (più che per altre, a questo livello potrebbero già definirsi così) che potrebbero determinare azioni fallose e giustamente sanzionabili, oltre poi all’ordinario bagaglio che occorre portarsi quando si sale sul seggiolone (posizioni, invasioni, ecc.), ma mi accorgo che da ambo le parti il gioco è decisamente lineare, pochissime disarmonie da sanzionare sicché la partita scorre via abbastanza agevolmente; sia OSGB che Primavera si rendono protagoniste di una bella gara, in cui entrambe non deludono le attese. Da ciò si deduce che (e di questo “come arbitro” mi sono poi congratulato con le giocatrici) ne è seguita una gara molto combattuta da ambedue le squadre !!

Anche se non ho molti precedenti cui confrontarmi, soddisfatto della conduzione di gara che sa quasi di iniziazione, e a ciò si aggiunga l’occasione di aver potuto assistere ad una bella gara giocata !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *