Run for Parkinson’s – il lago di Comabbio chiama ! …


CAM00668
CAM00669 CAM00670 CAM00671 CAM00672
CAM00674
WDIS_15 3

Oggi niente Piede d’Oro. No non che abbia rinunciato alla mia abitudine domenicale ma ho glissato il tradizionale appuntamento preferendo invece dare la mia partecipazione ad un altro evento sportivo parallelo, pubblicizzato già da tempo e che risponde al nome di WoodInStock – Run for Parkinson’S: l’intero ricavato della manifestazione sarò devoluto all’associazione italiana che raccoglie fondi per la lotta al Parkinson. La location impagabile del lago di Comabbio ha fatto poi il resto !!

Appuntamento al parco Berrini di Ternate per questa domenica con gli amici della Podistica Mezzanese.

WDIS_15
Visto il largo anticipo sulla partenza che verrà data alle 9, decido di passeggiare per il parco facendo alcune fotografie al panorama, e subito riconosco e scambio due parole con lo speaker Daniele Bonesini del team ‘3 amici da paura’ di Samarate.
Mentre le casse del palco allietano l’atmosfera con le musiche dei Queen (GGRRANDDIIII!!!!), ecco arrivare alla spicciolata altri partecipanti fra cui “l’ineguagliabile segretaria” della Mezzanese Barbara Imbres la quale mi consegna il pacco gara: t-shirt ricordo, asciugamano ricamato ‘RUN FOR PARKINSON’S’ insieme a un bigliettino per l’estrazione dei premi a sorteggio e un buono pasto per chi vuole fermarsi alla festa-contenitore.

CAM00673

Il piazzale e le vie adiacenti si animano di podisti fra cui riconosco diversi frequentatori del PSV tra cui Marco Tiozzo, Omar Spoti, Enea Zampini; Federica Caporali, Emanuela Polinelli, Giuseppe Ramundo, la San Marco in blocco, … e anche la PM non scherza essendo anche per loro gara sociale: fra tutti, vedo l’amico Paolo Fortese.
La mattinata è calda, e questo già metteva in apprensione un pò tutti, e ce ne se accorge subito: non vi é neppure voglia del tradizionale riscaldamento, e condivido l’opinione con Walter Rossi della
La partenza avviene in senso antiorario stavolta, per cui da subito dopo le prime centinaia di metri si affronta il maestoso pontile di legno sospeso sull’acqua che ci accompagna per un buon km, per poi perdersi nel prosieguo della ciclabile che si snoda fra i boschi e la vegetazione lacuale, lambendo poi un camping turistico.
Al quarto chilometro si ridiscende proprio a ridosso dello specchio d’acqua, ed è tutto un susseguirsi di sali e scendi, curve e controcurve.
Abbastanza agevolmente si raggiungono in successione le altre località che si affacciano sul lago: lasciata Ternate, ecco Mercallo, Varano Borghi, Corgeno.
Parto bene ma come tanti altri devo condividere la fatica con il sole che non concede sconti neppure oggi, benché l’andamento venga talvolta mitigato da una flebile aria !
Ecco che passato il primo km vengo raggiunto dal solito PEPPO vociante …
Gli ultimi chilometri sono un pò di sofferenza in quanto i soliti dolori mi costringono più volte ad interrompere il mio passo e poi a tentare di rilanciare (e recuperare !!) …
Siamo ormai in prossimità del traguardo di giornata, di lontano si ode la voce squillante di Daniele; l’agognato arrivo sembra però non arrivare più in quanto sono illuso della prossimità di un tendone blu, e invece ci sono ancora 500 metri da percorrere sui sentieri del parco: UUFFFIIII (ppant..) !!
Senz’altro piacevole questa mattinata podistica, passa in compagnia di tanti altri colori e per una buona causa; il tutto reso ancor più affascinante dalla cornice del Lago di Comabbio e dai suoi colori suggestivi. Come suggestivo è stato poter “toccare” questo male degenerativo.
A seguire le premiazioni di rito con riconoscimenti anche per alcuni atleti che, colpiti da questo male, hanno trovato nello sport praticato a vario livello (anche agonistico) uno stimolo per dire ‘BARCOLLO MA NON MOLLO’ !!

Qui il link alla gallery dell’immancabile Arturo Barbieri !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *