Irrinunciabile ‘Grupelava’

(venerdì 10 luglio)

Archiviata la ‘Tre Campanili’ di ieri sera, neanche il tempo di rifiatare (io stamattina mi sono imposto l’ennesima uscita “ammazzascaldozzo”) che stasera andava in scena un altro “must” delle serali proposte nella mia zona: la 15^ edizione de ‘La Grupelava’ e della sorella minore ‘La Grupelina’ a Groppello di Voltorre.
Come sempre, riscontro una forte partecipazione di locali, di Groppello/Oltrona e Gavirate, a testimoniare l’attrattiva della manifestazione. Sembra quasi un remake della gara di 24 ore prima per gli amici che ritrovo: Davide Passeri, Davide Santambrogio, Mauro Toniolo, Liliana Cimino e Davide Camplani, Sabina Ambrosetti, Giovanni Belotti, Francesca Micheli; e poi Katia Fornasa, Laura Marsiglio, Roberto Clerici, Walter Rossi e gli altri del’Atletica Gavirate, Munaretto della 3V, Giuseppe Dascanio, Alessandro Giancane e il mitico Giulio Dorigo.
Gara sostanzialmente in linea tranne dei tratti in falsopiano caratteristici di una ciclabile, con alcuni passaggi su sterrato abbastanza impegnativi per tenere il passo, e che, in particolare quando ci si addentrava nei sentieri dei boschi, risultava piacevolmente in leggera discesa (di questo dettaglio non mi ricordavo, e la cosa mi ‘ha rallegrato (assai)’ ! Percorso di circa 6,5 km confermato in toto tranne un tratto iniziale senza però alterarne il percorso, in maniera da ridurre il passaggio sulla sede stradale.
Dunque, il via alle 20 in prossimità di una locale pizzeria a ridosso del lago per risalire verso la zona del ritrovo di piazza Montal, ove è posto anche l’arrivo, e poi via per un piacevole e arzigogolato passaggio nei boschi si prende la ciclabile in direzione di Oltrona al Lago ove è posto un primo TV, quindi, dopo essere passati sotto il cavalcavia della lunga provinciale della Schiranna (siamo a ridosso del km 3), si prende la ciclabile in leggera ma continua discesa che conduce verso il paese di Voltorre. A questo punto passaggio si attraversa l’ampio chiostro sede della gara di inizio marzo del circuito del PO.
Si gira a sinistra e via lungo un breve passaggio non molto largo decisamente in discesa e forse anche un pò tecnico da affrontare che conduce nelle campagne limitrofe.
Si passa sul versante del lungolago sempre in località Voltorre, ampio giro che riporta i concorrenti “in quota”. Dopo un breve tratto di ciclabile per tornare verso Groppello si ridiscende attraverso una brusca curva a gomito verso i boschi per l’ultimo chilometro. Il passaggio ci regalo anche un “salto della siepe” senza siepe ma con un rigagnolo vivo (non tanto rigagnolo perchè quando ci arrivo vedo che qualcuno non ha qui avuto un passaggio felice).
Stasera mi sento bene nonostante tutto, e riesco pure a tenere “un discreto” passo. Come mia abitudine, “per la gloria” sugli ultimi 500 metri spingo spingo e riesco ad inscenare una volatona (.. che vinco !! rheh).
Anche questa è portata a casa ! … E, rubando un detto di queste parti, YES, WE RUN !! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *