Trofeo delle province di beach Volley: Bergamo e Como volano sulla sabbia

ALL’ARENA BEACH DI CELLATICA BERGAMO SI CONFERMA NEL FEMMINILE, A COMO LA CORONA DI BRESCIA
Bergamo concede subito il bis nel settore femminile, Como sale sul trono
che era di Brescia in quello maschile. Sono i risultati della seconda edizione
del Trofeo delle Province “Mikasa” di beach volley, disputata domenica
all’Arena Beach di Cellatica (BS).
Le bergamasche, nel loro cammino Bergamo, Campione Regionale Femminile vittorioso, non hanno lasciato alle avversarie nemmeno un set superando nell’ordine Brescia 2 e Lecco nel girone iniziale, poi Lodi in semifinale e quindi Milano nella sfida per il titolo.
« Siamo ovviamente contentissimi e faccio subito i complimenti a ragazze e staff tecnico
– è il commento di Osvaldo Milesi, presidente del CP di Bergamo – E’ la continuazione di
un percorso iniziato lo scorso anno in maniera corretta e che si sta sempre

più perfezionando. Se l’anno scorso il successo fu davvero una sorpresa,
in questa edizione non dico che fosse atteso ma di certo sapevamo di avere
una buona squadra, in grado di puntare ai primi posti». Con questo “due su due
Bergamo si può considerare la Provincia leader del beach giovanile nel settore
rosa: « Credo sia ancora presto per questa definizione. Il beach sta crescendo
notevolmente ma a Bergamo abbiamo ancora tanto da fare perché i margini di
miglioramento sono davvero enormi ». Su cosa vi concentrerete? « Non c’è un
settore particolare sul quale cercheremo di incidere di più semplicemente perché
tutti i settori possono e devono essere migliorati. Ad esempio cercheremo di ospitare qualche tappa di circuiti importanti per dare maggior visibilità al beach,
cercheremo di portare questa disciplina anche nelle scuole, nelle singole Società per
vincere gli ultimi residui di una certa resistenza che ancora vede nel beach una disciplina
solo “da spiaggia” o comunque esclusivamente estiva, cercheremo di migliorare le strutture sia a Bergamo che in Provincia ». Il tutto grazie anche all’aiuto di tecnici qualificati: « La nostra guida nel settore è Fabrizio Incitti, il selezionatore regionale maschile – prosegue Milesi – Il suo lavoro e quello dei suoi collaboratori è sotto gli occhi di tutti. Insieme stiamo imparando anche noi per poi condividere le nostre conoscenze con tutti coloro che vorranno avvicinarsi al beach ». Oltre a tutto ciò, cosa manca ancora a Bergamo per il salto definitivo? « Se riusciremo a compiere fino in fondo il percorso di cui ho parlato poco fa – è la battuta conclusiva che il Presidente del Cp bergamasco fa con un grande sorriso – ci mancherà solo…il mare ».
Nel settore maschile Como conquista il titolo che l’anno scorso era stato di Brescia. I lariani raggiungono la finale a colpi di 2-1 inflitti a Milano e Pavia nel girone iniziale e a Varese in semifinale. Poi ecco il 2-0 nella finale quasi “derby” sulla vicina Lecco. « Prima di tutto voglio fare i complimenti ai ragazzi e ai tecnici, ma anche alle ragazze che hanno conquistato un bellissimo quinto posto – sono le prime parole di Plinio Lunardi,
del Cp di Como –. I favori dei pronostici non erano certo dalla nostra parte e per questo la

vittoria fa ancora più piacere ». E’ una vittoria che parte da lontano: « Grazie all’ottimo lavoro di Silvia Ronchetti, fiduciario per il settore beach del nostro CP, e a quello dei due “maestri” che collaborano Osvaldo Milesi, Presidente del CP di Bergamo con lei, i numeri stanno diventando interessanti e anche il livello qualitativo cresce in maniera notevole. Di certo c’è ancora molto da fare e questa vittoria non deve essere un punto di arrivo ma di partenza per migliorare e sfruttare gli ampi margini di crescita che una disciplina “nuova e fresca” come il beach offre sicuramente ». Su cosa potete migliorare? « Di certo dobbiamo cercare di penetrare maggiormente sul territorio, coinvolgendo Società e scuole per creare una base solida. Così potremo anche elevare sempre di più il livello tecnico perché ovviamente, allargando la base su cui scegliere, è anche più facile trovare la qualità ». Qual è il problema maggiore che avete riscontrato finora? « Di certo quello dei costi. Se si affitta un campo per giocare a calcetto la spesa viene divisa in 10 o più persone, se si affitta un
campo da beach la spesa grava su quattro persone. Fortunatamente ci sono alcune strutture che ci stanno aiutando notevolmente ad abbattere almeno in parte questi costi e a tutte loro va un sentito ringraziamento con la speranza che queste partnership possano non solo continuare ma migliorare ».
Plinio Lunardi, Presidente del CP di Como

 

(tratto da TuttoVolley, numero 41 del 3 luglio)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *