Metti .. Una sera di fine Grest

(venerdì 3 luglio)

Stasera, come da doversi anni a questa parte, si è conclusa l’esperienza estiva del Grest (GRuppo d’intrattenimento ESTivo) del nostro oratorio.
Un “ponte” lungo tre settimane che, iniziando a ridosso della chiusura delle scuole (quindi da metà giugno) fino ai primi giorni del mese di luglio, rappresenta un periodo di aggregazione, svago e condivisione per i bambini e ragazzi delle parrocchie della nostra comunità.
Se come detto prima il bacino d’utenza sono anzitutto i bambini dei nostri paesi dall’altra parte si contrappone la necessità (irrinunciabile) di avere un gruppo di validi animatori e volontari, per i quali è previsto un apposito momento di formazione (ai miei tempi non c’era!!); ciò realizza quanto altrove nei miei articoli ho richiamato la possibilità di METTERSI IN GIOCO aperta a tutti.

Ecco allora con un occhio distaccato ho partecipato alla messa liturgica con cui appunto si è concluso anche questo ciclo: tanti qui i bambini delle diverse squadre presenti con chi li ha seguiti in queste settimane e, a suggellare l’impegno di tutti, è stato portato sull’altare un intreccio dei nastri delle squadre (giallo, rosso, blu, verde) più un “atipico” nero a simboleggiare il gruppo degli animatori/volontari che si sono affiancati in quest’esperienza.

La serata, la sola celebrazione eucaristica, mi ha fatto riaffiorare i ricordi di anni fa quando ero dall’altra parte della “barricata”, quando anch’io ero animatore attivo in questo contesto: e quindi, l’incontro con i più piccoli, i pomeriggi passati con loro, le responsabilità assunte, … le belle passeggiate, le soddisfazioni, i giochi, …

Tutto però che si riconduce in Lui, a modello di una impronta salesiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *