Under 14 maschile: il Volley Segrate 1978 torna re

I LEONCINI CAMPIONI REGIONALI DOPO LA DOPPIETTA DEL 2011 E 2012
Diavoli Rosa Brugherio (2013) e Yaka Malnate (2014) avevano interrotto la
striscia di due vittorie consecutive. Nella Final Four di quest’anno disputata a Piamborno
di Piancogno Berzo Inferiore, il Volley Segrate 1978 torna sul gradino più alto del podio dell’Under 14 maschile superando in semifinale il Volley Azzano e, in finale, la Rulmeca Volley Almevilla che, nella sua semifinale, aveva battuto il Vero Volley.

˂˂ Dire che è una grandissima soddisfazione è forse banale ma è l’esatta verità – è l’incipit
di Fabio Lini, direttore sportivo segratese –. Siamo molto contenti di questo risultato, soprattutto per i ragazzi che hanno lavorato tanto e con grande applicazione ˃˃.
Quindi è un gruppo molto solido e affiatato…
˂˂ Questi ragazzi giocano insieme da quattro stagioni e quest’anno, con un paio di innesti, sono ulteriormente cresciuti. Avevano già vinto l’Under 12 e l’Under 13 provinciale e l’anno scorso hanno perso la finale regionale sempre in Under 13. Quindi partivamo già da una base molto solida ˃˃.
Tecnicamente a che livello sono ?
˂˂ Direi che hanno ottimi fondamentali e, grazie anche all’ottimo lavoro di coach Matteo Fontanesi che arriva al maschile dopo anni in B2 e C femminile, giocano una pallavolo che per la loro età è sicuramente “evoluta” anche dal punto di vista tattico. Ad esempio possono giocare sia con il doppio palleggiatore che con il regista unico, giocano primi tempi anticipati che non si vedono facilmente in categoria ˃˃.
Un’ulteriore dimostrazione del vostro ottimo lavoro sul settore giovanile.
˂˂ Personalmente credo che, se un atleta è “precoce” cioè dimostra di avere qualità fin da giovanissimo, non sia assolutamente necessario attendere i 17 anni per avviarlo all’agonismo “vero”. Ogni ragazzo ha i suoi tempi di maturazione e di crescita – e non intendo solo l’aspetto fisico – noi dobbiamo essere bravi a intuirli e rispettarli ˃˃.

Tornando alla Final Four, che partite sono state ?

˂˂ Con Almevilla è stata una gara difficile perché la Rulmeca è una squadra che si basa più su alcune individualità. In queste situazioni è difficile prendere il ritmo giusto. La semifinale con Azzano è stata meno combattuta ma non per questo meno bella ˃˃.
Azzano e Almevilla, nomi quasi nuovi per le Final Four.
˂˂ Fa sicuramente piacere vedere che si tanno affacciando nuove realtà ai vertici regionali delle categorie giovanili. E lo fa ancora di più vederlo fare nel settore
maschile. Sappiamo tutti le difficoltà di reclutamento: i ragazzi prima provano con il calcio, poi con il basket relegando quasi sempre la pallavolo a terza scelta. Se,
oltre alle squadre “tradizionali” ce ne sono altre che operano con grande passione e competenza sui giovani, significa che il movimento regionale è in crescita sotto
ogni punto di vista ˃˃.
Il premio di Mvp è stato assegnato a Simone Falgari (Rulmeca Almevilla).
Come per il settore femminile, anche in questo caso le prime tre classificate – nell’ordine: Volley Segrate 1978, Rulmeca Almevilla e Volley Azzano (3-1 al Vero
Volley nella finale per il terzo posto) – si qualificano per le Finali Nazionali in calendario dal 27 al 31 maggio a Gubbio.

 

(Tratto da Tutto Volley Lombardia numero 34)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *