(domenica 29 marzo)

Il weekend pallavolistico mi ha visto ancora impegnato con alcune designazioni.

Sabato mi sono così recato alla palestra dell’oratorio San Carlo di Varese per dirigere due partite della categoria under 12, categoria che spesso ci si limita a immaginare “minimale” ma che talvolta mi vien da pensare (oltre che vedere) sia in grado di offrire un gioco degno di maggior nota, ben scevro da piccoli atleti che si passano la palla l’un l’altro.
In particolare, per questo campionato la società varesina presenta due formazioni di u12, una completamente al femminile l’altra di maschietti. Ebbene, ‘quando meno te l’aspetti …/pensi ! …’, senza nulla togliere al secondo gruppo, forse un pò troppo impacciato nelle dinamiche di gioco, è dalla u12 ‘in rosa’ che ho visto (quasi inebetito) le cose più belle dal punto di vista dell’impegno in campo alla ‘fluidità’ del gioco e della tenacia delle ragazzine.
Domenica invece trasferta a Solbiate Arno per condurre una gara di under 14 (anche questa un pò latitante nel mio carniere !), di fronte la squadra locale di Asso contro le pari età di Bizzozzero, tra l’altro nostre coinquiline nel campionato primaverile PGS. Come mi accade ultimamente, sento l’impegno e di conseguenza cerco di arrivare sul campo col giusto approccio; e, col senno di poi, penso di non aver fatto poi tanto male nella conduzione di gara.
Comunque sia è stata molto tirata e combattuta da ambo le compagini (quasi 2 ore di gioco, con parziali di oltre 25 minuti mediamente), direi di aver fischiato il giusto senza come dicono alcuni esagerare nell’uso ( o ‘abuso’) del fischietto.
Torno a casa dunque con la tranquillità di aver svolto adeguatamente il mio compito.

Concludo con questo impegno questo intenso weekend sportivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *