‘Su&Giò’ per Mombello

(Giovedì 11 luglio)

Andata in scena stasera la ‘Tre Campanili’ di Mombello, organizzata dall’amico Mauro Contini e dall’Atletica 3V. Giunto sul posto, come d’abitudine (e a conferma del trend si questa serrale) ritrovo diversi amici ‘”on the road”: Alberto Marzoni, Davide Passeri, Mauro Toniolo, Antonio Vasi, Ivano Bellini, gli amicissimi Giovanni e Francesca, Giuliano Msrsetti, Giuseppe Dascanio; sbrigate le formalità dell’iscrizione, mentre torno verso la macchina m’imbatto nel mitico Giulio Dorigo ‘Lo Squalo’ (era da un pÚ che non lo incontravo !!) con il quale spendo due chiacchiere. E via per un riscaldamento (non bastasse il sole che ancora incombe !!): il percorso di 6,5 km Ë tutt’altro che ‘una scampagnata’ con una partenza che subito propone l’ascesa ai boschi limitrofi. Per chi non conosce la ‘Tre campanili’ trattasi di una ‘simpatica’ serale che ha come location la parte più country di Laveno Mombello: cosÏ, partenza subito in salita verso gli estremi della frazione di Mombello, quindi via per i sentieri boschivi e le campagne. Quindi l’andamento in questa prima parte di gara è abbastanza nervoso, con continui saliscendi e passaggi anche impegnativi nel verde. Dopo una prima parte ‘d’attacco’ si torna a battere le strade del centro di Mombello verso la campagna attigua. Poco dopo il quarto chilometro di nuovo giù per i boschi – questo tratto non me lo ricordavo – che si propone quasi come un “salto nel buio” – si apprezza un brusco cambio di luce – che inizialmente scende dolcemente per poi riportare verso le zone alte verdi prima e dopo il quinto chilometro verso il caseggiato – caratteristico il passaggio attraverso due contrade con tanto di arco – e dunque l’oratorio del paese da cui si è partiti. Che dire ? Senz’altro bel percorso, che mette a dura prova la resistenza e le capacità dei partecipanti nella prima parte e che poi non concede affatto tregua per il suo profilo ‘variabile’. Dopo poco più di 1 km io trovo anche il tempo per cadere lungo il sentiero che stiamo seguendo inciampando in due assicelle poste ‘diligentemente’ per facilitare un passaggio scivoloso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *