L`ASD Blu Volley spegne cinque candeline

Già è stato detto della ricorrenza il prossimo ottobre dei cinque anni di costituzione dell’associazione sportiva dilettantistica ‘PGS Blu Volley’ ma, ancor prima di quella data, i soci fondatori che ancora operano nella società in particolare ricorderanno nei prossimi giorni del mese di maggio l’anniversario “naturale” della fondazione della squadra, quando un gruppo di simpatizzanti dell’oratorio del nostro paese volle proporre anche alle ragazze una esperienza che ne unisse la crescita formativa ed educativa al gioco, ricevendo una prima significativa partecipazione, sposando inconsciamente quelli che sono gli ideali salesiani a cui l’associazione si è unita nell’ottobre dello stesso anno facendo il suo esordio nel campionato PGS di categoria con la neonata squadra di under 16 costituita nel giro di pochi mesi. Fu la pietra miliare di quella che oggi è la squadra PGS Blu Volley; archiviata la prima esperienza, già la primavera del successivo vide lo sdoppiamento con una u14 e una u16.
Nella prima metà del mese di maggio del 2004 i soci promotori – Remo, Laura, Andrea, Silvia, Marta – alcuni dei quali ancora oggi impegnati a vario titolo nella società, diedero origine a quella che nel giro di pochi anni è divenuta una realtà sportiva di rilievo per Cuveglio: dati alla mano, oggi Blu Volley è una associazione di pallavolo femminile e conta circa 70 iscritte e ben 7 squadre impegnate fra PGS e FIPAV, un bacino che sicuramente cinque anni fa non si pensava nemmeno di raggiungere prima e poter supportare poi ma che è stato reso possibile dalla volontà dei vari dirigenti e nondimeno dei genitori che si rendono disponibili !! un risultato a cui non si aspettava certo di arrivare allora ma che è stato frutto del progressivo coinvoilgimento delle nostre giovani e giovanissime ma che probabilmente sta ad indicare anche la bontà del progetto portato avanti.
5 anni, un piccolo ma significativo traguardo raggiunto da tutti noi: senza dubbio in questo lasso di tempo in BV sono avvenute piccole ma grandi, importanti trasformazioni: dapprima, da semplice ritrovo di aggregazione ludico-sportiva per le giovani del nostro paese al poter offrire loro un’esperienza sportiva che le mettesse in competizione con altre realtà sportive grazie alla scoperta casuale da parte di Remo dell’ambiente delle PGS e di un importante ‘la’ all’attività proposta, l’avvio di una società sportiva più strutturata, poi l’allargamento delle fasce d’età coinvolte oltre che geografico aprendo pure ai paesi limitrofi, l’esigenza e la creazione di un gruppo dirigenziale, la necessità di andare alla ricerca di nuovi stimoli per le ragazze più motivate ed ecco la 3^ divisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *