Ansietà dell’under 18

(domenica 13 marzo)

Rivesto stasera (sabato, ndr) la divisa di arbitro ufficiale per l’esordio nel campionato primaverile PGS 2022. Il programma in cartellone prevede un impegno abbastanza tosto, che mi mette decisamente in apprensione per un adeguato approccio nei giorni della vigilia in quanto mi mette di fronte ad una categoria con cui non ho molta dimestichezza (ma tant’é !!): nel tardo pomeriggio ad attendermi al Palabunker di Cuveglio l’under 18 guidata da Giudici e Magni contro il sodalizio di San Carlo guidato da Gaggini e Marchetto in panchina. Contrariamente alle aspettative, l’under 18 varesina non è altro che la precedente under 16 (che recentemente è stata impegnata nel tabellone regionale della Don Bosco Cup); pertanto, in campo elementi giovanissimi: addirittura, la distinta di squadra riporta un 2010 !!
A parte l’empasse del primo set (25-14), purtuttavia le ragazze di Gaggini disputano una buona partita arrivando in alcuni scambi ad impensierire la difesa gialloblu, ma subiscono verosimilmente la sindrome da soffitto (!!) tipica della palestra di Cuveglio. Blu Volley che non tradisce le aspettative disputando la partita ai suoi livelli come la si conosce confermando così la propria maturità e crescita atletica raggiunta in particolare da alcuni elementi, così come nell’esecuzione dei fondamentali: attacchi dalla seconda linea, battute perfette con annessi aces …

Nel secondo parziale la squadra di casa vuol premere sull’acceleratore per ipotecare il prima possibile la vittoria ma quello che si trovano dinanzi è un gruppo tutt’altro che remissivo anzi ! …. Non mollare mai !! – come insegnava loro un allenatore -. E’ proprio in questa frazione – e lo si può apprezzare da alcuni scambi – che la differenza la fa la maggiore esperienza della squadra di casa. Finale 25-18 per Blu Volley.

San Carlo comunque che non si dà per vinta e che tenta il tutto per tutto per dimostrare le proprie potenzialità , non venendo meno all’impegno richiesto e impensierendo i piani di Giudici e la serenità in campo del sestetto di casa: parziale che si conclude nuovamente 25-18 per Blu Volley.

Bene ma non benissimo per quel che mi riguarda ! – mi vien da pensare. La gara scorre via abbastanza tranquilla, pochi interventi fallosi a mio avviso, qualche leggerezza, visto anche la differenza dei pesi in campo. Ma devo comunque fissare alcuni punti “critici” (del resto siamo appena all’inizio della stagione: è fisiologico – ma non giustificante per la conduzione della gara – farsi un ‘quadro generale’ delle squadre in campo); forse anche la poca dimestichezza con la categoria che richiede senz’altro una maggior presenza arbitrale, discriminante irrinunciabile a questo livello: fondamentale la sua presenza in particolare sui tre metri e sottorete.
Ineccepibile e costante deve poi essere la sua attenzione nel seguire le dinamiche e traiettorie della palla e i relativi punti di contatto, talora critici, per determinare consapevolmente palla dentro/palla fuori, per cui è preoccupazione primaria dell’arbitro saper anticipare quanto detto sopra.

… E la prima è andata !!