Un Presepe … che vuole uscire !!

(domenica 9 dicembre)

Paradossalmente, si dice che ‘ti metti alle spalle l’estate, passano i mesi … ed è già Natale !!’. E non è che rimanga solo un modo di dire ! … Mentre l’aria diventa frizzante, le idee iniziano a prendere forma (o quasi).

        Da una decina d’anni (… o forse più ?? .. la “memoria storica” pecca ! .. o stecca eheh .. Un anelito di dubbio aleggia: ‘.. ma avremo spento le 10 candeline ?? …’) con il sopraggiungere del mese di novembre (#nonsibadaa improvvisazioniqui!! : ‘Le grandi idee partono da lontano !!‘) un gruppo di amici dell’oratorio di Canonica, spinti dalla volontà di realizzare qualcosa che vada oltre la tradizione, estasiati e affascinati dalle blasonate creazioni che da alcuni anni a questa parte spiccano qua e là in preparazione del periodo natalizio, e che fanno da sfondo e cornice all’immagine centrale, emulate in ogni casa o chiesa – anche delle nostre zone -, danno vita a vere e proprie opere artistiche (e solo per fare un esempio bastava ammirare quella dell’anno scorso).

Sono una dozzina di amici, figure del nostro oratorio, alcuni dei quali con uno spiccato senso creativo (i cosiddetti ‘capocantiere’, si suole definirli ironicamente), altri più dediti ai lavori di rifinitura, di abbellimento o di “coreografia”; si ritrovano durante le sere per realizzare quel qualcosa (condiviso) che vada oltre al tradizionale presepio mantenendo la centralità del Significato.
Cogliendo sempre uno spaccato del sociale cui fa eco un richiamo evangelico che funge da “tema”, ‘i creativi’ del gruppo iniziano a imbastire lo scenario che può fungere da sfondo al Messaggio ‘da effondere’, e da lì a poco seguono serate (anche estenuanti !) per realizzarla, ore rubate ‘al proprio quotidiano’, a momenti di tranquillo riposo,  le quali trascorrono operosamente mentre i volenterosi con pacatezza incrociano il proprio quotidiano con i ‘problemi sul campo’.
 ‘Imbastirla’ perché come per ogni buon intento di un gruppo, non piacciono le cose semplici ! .. E difatti non è garantito non si debba ricorrere a piccole correzioni in corsa.

Ecco, dopo cena chiuso il portone della prepositurale, si “apre” un laboratorio con tanto di tavoli di lavoro strumenti di ritaglio, chiodi legname fogli di compensato e polistirolo … e tanta polvere !!

Tutti pronti a dare il proprio contributo, ognuno trova il suo ruolo: chi a ideare e a disporre poi sul palco i singoli blocchi creati, chi a lavorare i pezzi sui tavoli approntati, chi a controllare il funzionamento delle lucine che adorneranno il quadro.
E allora … ecco che qui la creatività non manca anzi ! l’obbiettivo è comunque riuscire a sbalordire (“stupire“) chi visiterà poi il Presepio che viene aperto ai fedeli durante la messa della Vigilia di Natale. 

Il risultato finale è comunque sempre quello prefisso, trovando la soddisfazione di tutti.

Bello è poi leggere le parole di apprezzamento ed elogio (e per alcuni accorgimenti visibili è proprio il caso di dirlo !) che vengono lasciate sul “diario delle firme” dove qualsiasi visitatore può lasciare un pensiero.

 

 

Adesso è Natale !!

 

Gli Amici del Presepe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *