Ritorno alla ‘Palaschi’ con una under16

(domenica 11 febbraio)

Ritorno nel tardo pomeriggio alla Palestra ‘Falaschi’ di San Fermo per dirigere la compagine under 16 di casa contro le coetanee di Orasport Gazzada.
Se già nel precedente resoconto paeravo di una necessaria presenza dell’arbitro per un corretto lineare andamento della gara, in un contesto di “u16” l’attenzione è ancora più richiesta. Peraltro, vuoi anche perchè il torneo primaverile è appena iniziato, le due compagini scendono in campo senza nervosismo né tensioni. Il riscaldamento fa però trapelare qualche fragilità in palleggio per ambedue.
In ambo le squadre le atlete sono equamente distribuite quanto ad annata, per cui si tratta di due compagini comunque “livellate”. Peraltro, soprattutto nella prima parte della partita, la squadra di casa mostra un gioco più sciolto e disinvolto, mentre le giocatrici di Gazzada pur non sfigurando fanno fatica ad esprimersi al meglio  e ad essere convincenti; questo vale essenzialmente per i primi due set giocati …
Atlas dunque si mostra da subito come squadra aggressiva e molto duttile, capace di una copertura a tutto campo, con un buon gioco di squadra, dinamica e non priva di astuzia sportiva sottorete (e buona parte di queste doti le ha snocciolate nella partita di stasera).
Se forte di questo carisma e del fattore campo ha così “spadroneggiato” nei primi due set, riuscendo a scavare dei buoni breaks (25-6, 25-4), nel terzo Orasport sembra aver cambiato volto e, dopo una prima parte a braccetto (1-1, 2-3) prende poco alla vola dei buoni gap (6-1010-14, 12-17) e riesce a matare le locali al termine di un bel parziale in cui non volevano concedere nulla a San Fermo (30 minuti registrati a referto).
‘Riallineate” dalla panchina per un parziale giocato sottotono sfilacciate, col quarto Atlas si riprende (5-2, 6-311-5) e, al termine di un set intenso quanto ad impegno di ambedue, ha la meglio 25-9.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *