Una "formula" per dire che … si gira bene (ma non benissimo eheh) !!

(domenica 19 novembre)

[35′(+R:1′)]+[6′(+R:40″)]+[20(+R:4′)]+4′} = 12000

 

Con Gianluigi e Graziella stamane “variante sul tema”: da Biandronno (presso posteggio studio medicina sportiva) fino agli inizi del sempre scenoso lago di Comabbio, all’altezza del camping ‘La Madunina’ di Varano Borghi, passando nella seconda parte del percorso dalla ciclopedonale del lago di Varese a quella del lago suddetto; a detta di Luigi, andata e ritorno 12 chilometri circa.
Praticamente tutti su sterrato, una volta messo alle spalle il campo da calcio e il necessario attraversamento della provinciale, ad eccezione di alcuni brevissimi passaggi su asfalto, con la parte finale costeggiando il lago.
E’ la prima volta che mi ritrovo a fare questa bretella che snodandosi dapprima attorno al lagodiVarese tramite un ponte è collegato alla ciclabile attorno a quello di Comabbio. Nella sua parte iniziale sviluppandosi nei boschi limitrofi fa pensare a un luogo solitario e “discostato”, poco sicuro …
Sostanzialmente in linea, con un breve tratto di progressiva ascesa nei pressi della cartiera abbandonata di Varano Borghi.
Passato questo tramite di collegamento io e Gianluigi seguiti dal press Graziella proseguiamo fino a raggiungere il piazzale del campeggio ‘La Madunina’ di Varano Borghi.
Sono bastati quei 3-400 metri che aprivano sullo specchio di Comabbio per farmi meravigliare un’altra volt di questa cornice: ciò che più colpisce, e che balza subito all’occhio correndoci accanto, sono le sfumature di blu che l’acqua assume baciata dal sole.
Bell’uscita su di un percorso inedito, in linea ma pur sempre .. palestra ! Sin dall’inizio riesco ad impostar(mi)e un buon ritmo che riesco più o meno a mantenere poi: segno che ‘on y va‘ !!
.. E si torna !

YYESSS, WE RUN !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *