Cammina con la ‘Croce Blu’

(mercoledì 6 gennaio)

Non che frequenti molto camminate da quelle parti, ma posso dire che è sempre bello correre nella comasca di questi tempi nella IVV organizzate dalle diverse località per la varietà (??!) dei percorsi proposti.

camminata_befana_azzurra_2016 2

Così, stamane di buon mattino con gli amici Angelo Mascioni e Giovanni Belotti raggiungiamo la location di giornata Cadorago per la ‘Camminata della Befana Azzurra’,


And&AngGiagio

 

 

 

 

 

camminata_befana_azzurra_2016, gara dilgenemente organizzata dalla sezione Croce Blu locale. (3° anno consecutivo). Posso dire che, complice il trittico, sta diventando un appuntamento fisso delle mie uscite invernali in compagnia ! …
I numeri danno ampiamente riscontro alla riuscita della manifestazione, che difatti attrae presenze anche dalle provincie limitrofe: ecco che i 2300 iscritti poi comunicati dallo speaker ne danno conferma come uno degli appuntamenti di inizio anno più partecipati e apprezzati.
Neanche un chilometro, prima di imboccare il primo passaggio alberato ecco una cara conoscenza Giulio Dorigo Lo Squalo (giusto poco prima ci stavamo chiedendo se sarebbe potuto mancare) con il quale mi soffermo un attimo per i convenevoli, oggi mi dice non molto in forma ! Più avanti, lungo un sentiero nel bosco mi sento salutare da uno in k-way giallo e calzamaglia che a stento riconosco: è Alberto Fiandra, anche lui conoscenza del circo del PSV, ad un tentativo di rientro dopo uno stop forzato; al ristoro gironzolando vedo Franca e altri due compagni dell’Alenia Aermacchi (??).
Bel percorso, a scegliere fra i canonici 6, 12 e 21 km, che si snoda sostanzialmente lungo i sentieri boschivi e passaggi del Parco del Lura e le stradine interne circostanti. Percorso in gran parte su sterrato con diversi saliscendi più o meno brevi ma che si fanno sentire nelle gambe, per fortuna poco fango, anche sul percorso più lungo che prosegue ancora per buona parte nei boschi con un andamento abbastanza arzigogolato.

Complice la partenza libera propria delle IVV, la prima parte passa all’umbrìa dei camminamenti del parco e al frecc, mentre dall’ottavo chilometro a farci compagnia è un tiepido sole fino alle battute finali.
Ultimamente, in questo periodo di allenamento, avverto delle buone sensazioni benché stia ancora cercando la “condizione migliore” per ripresentarmi alla stagione agonistica a febbraio: così, scevro da indolenzimenti particolari che sono sempre dietro l’angolo a minarti la stagione, quindi seppur con un ritmo certamente non esagerato “tengo” bene fino all’ottavo chilometro. Quindi ecco arrivare il classico campanello pedestre (temuto) a suggerirmi di non esagerare cosicché benché la seconda parte ci riporti poi sull’asfalto e quindi non su tratti sconnessi sono indotto a rallentare il passo …
Gli ultimi km ci riportano dunque sulle strade cittadine, non sempre in linea peraltro, e ad un tratto, mentre proseguo con il mio passo “da crociera”, mi vedo sverniciare da una bimba (non più di 6-7 anni) Viola il suo nome (sempre bello vedere questi bimbi .. in erba che ogni tanto ti passano accanto velocità impressionantiii) senonché dopo poche centinaia di metri me la vedo lì davanti che probabilmente aspetta qualcuno (la mamma ? l’amichetto/a?).
Si è oramai in dirittura d’arrivo e, raccogliendo le ultime energie di giornata, decido di improvvisare una sorta di sprint con un atleta che mi fa compagnia fino al traguardo. Corri tu corro io … cerco di prenderlo alla sprovvista da dietro con un giro largo … però lui taglia, o meglio io proseguo fino al secondo gonfiabile che si vede .. nel dubbio !! Tempo finale “stimato” (non sono un afecionado del cronometro) abbastanza soddisfacente.
Quindi “prendo parte ” al rituale del ristoro, rituale perché qua è prevista la coda per poter accaparrarsi ciò che si vuole … Quindi ritiro del riconoscimento sostituito quest’anno da una bella calza assortita – blu o rossa, invece della tradizionale befanetta con tanto di scopa.
Ben rifocillato, ecco i due compagni di ventura Angelo e Gianni che si è testato sui 21 km. proposti; direzione macchina per cambiarsi e poi, di comune accordo, altra mission al ristoro ala volta del baretto attiguo che offre buone fette di affettati e trippa.

camminata_befana_azzurra_2016 4

camminata_befana_azzurra_2016 3

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *