Milano – 7° KiloMetrObliquO

(venerdì 1 gennaio)

Non proprio una gara ufficiale, ma certo molto più che un semplice ritrovo tra i soci del Road Runner Club Milano, questo KiloMetrObliquO.
Lo zoccolo duro dei partecipanti ha ormai stabilmente superato le cento unità tra i quali si contano anche numerosi atleti tesserati per altre società.

Siamo a fianco del Campo Sportivo XXV Aprile ed il terreno di corsa è il Monte Stella. La montagnetta di San Siro, unica asperità cittadina nata sulle macerie dei bombardamenti della seconda guerra mondiale, tutti ritrasportati qui alla fine del conflitto. L’architetto Piero Bottoni, che coordinò i lavori, decise di chiamarla Stella in onore della sua gentile consorte.

Si parte alle ore 11 del primo gennaio, come se tutti i presenti volessero stabilire un nuovo patto con la corsa per i prossimi giorni, che in questa occasione saranno 366. Il via è appena dopo i panettoni che delimitano il parcheggio, ma non si sale tutti insieme, bensì scaglionati di 10/15 secondi, come una cronometro individuale.

Secondo il nostro GPS la lunghezza del tracciato è di qualche decina di metri inferiore al chilometro dichiarato, ma ci sta che anche lui sia andato in tilt così come chi Vi scrive. Percorso tutto su sterrato che per superare la cinquantina di metri di dislivello che separano dalla cima, alterna tratti in falsopiano o addirittura in leggera discesa, a pezzi in salita.

Arrivati in alto non resta che bloccare il cronometro e dichiarare il proprio tempo. Non ci sono chip o tappeti da oltrepassare. Molto pratico anche iscriversi, via web o direttamente alla partenza. Insomma un’organizzazione “basic”, ma efficace ed ospitale, tanto da offrire anche un ristoro finale. Il tutto ad un prezzo estremamente competitivo: zero euro.

In attesa della classifica ufficiale, redatta da Riccardo Ghidotti, vera anima della manifestazione e che troverete su sito dei Road Runners, grazie alla collaborazione di Ettore Comparelli, Vi segnaliamo che anche quest’anno il più veloce dei maschi è stato Cristiano Marchese, capace di rimanere sotto il muro dei 4 minuti mentre tra le signore la prima risponde al nome di Elvira Antonucci. Entrambi alfieri del summenzionato club.

Dalla cima del Monte Stella, da cui nebbia e smog oggi non consentono di godere di un chiaro ed esteso panorama, un affettuoso augurio di buon 2016 a tutti i nostri lettori!

 

(tratto da www.podisti.net, 1 gennaio 2016)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *