‘Samaràa da cursa’ .. da pauraa (solstizio estivo ??) !!

(Domenica 22 giugno)

Appuntamento odierno del PO a Samarate, per la 5^ edizione della ‘Samaràa da cursa’.
Oggi il percorso si presenta piatto, privo di tratti impegnativi, in gran parte nei boschi e campagne limitrofi.
Giunto al ritrovo con gli amici Gianni e Francesca,, le condizioni meteo non si profilano essere proficue per noi poveri podisti mortali sin dalla prima mattinata !! con una tenperatura poco promettente e che progressivamente apre ad una ‘giornata calda’.
Benché il tracciato presenti diversi tratti ombreggiati (per fortuna), date le premesse il caldo non tarda a farsi sentire, accompagnato da un tasso d’umidità decisamente importante.
Parto in gruppo nelle retrovie, insieme ai compagni del CB S. Andrea, a Giuseppe Ramundo e agli amici della Podistica Mezzanese, anche se il piazzamento non è ottimale per quanti siamo oggi. Mentre davanti impostano da subito un buon ritmo, rallentato poi dalla presenza di molto sterrato, io mantengo una buona andatura pur non forzando, … ‘ ma il bello ha a venire !”.
Tante le facce conosciute che incrocio nell’avanzare.
Al secondo chilometro vengo raggiunto dal rientrante Samuele Pari, fresco di ferie al mare; confrontando la mia con la sua andatura osservo che ‘qualcosa non va ! ..’ nel mio procedere; pur stringendo i denti intuisco – non so perché !! – che ” … anche oggi l’é dura !!…”. Più avanti, è la volta del PEPPO il quale una volta passatomi mi sprona amichevolmente ‘a rilanciare’/a seguirlo ma … preferisco stare sulle mie.

Poco dopo comincio ad avvertire qualche disturbo al fianco che condiziona il passo, poi dopo dopo la metà dei 10 km di giornata è la volta del solito fastidio all’avampiede che mano a mano si fa sempre più insistente tanto da costringermi a più riprese a camminare sconsolatamente anche direi !
Nella seconda parte della gara incrocio anche l’amico Alessandro Caruso … che non molla mai !! :).
Dopo l’attraversamento del primo tratto boschivo che ci reimmette sulle vie cittadine mi affianco a Daniela del gruppo Aermacchi, con la quale procedo per buona parte della gara, ognuno con le proprie difficoltà ! entrambi avvertiamo un clima “soffocante” !! …

Tratto conclusivo che ci riporta al campo d’atletica di Samarate per il 3/4 di giro di pista dopo l’ennesimo attraversamento degli ombrosi sentieri boschivi della zona. Oramai sconsolato, incontro Giuseppe Benetollo che ci sta seguendo in bicicletta. Infine il giro di pista che pare non terminare più !!! …

La giornata è degna di nota perché registra una buona partecipazione: siamo quasi in 700 !! Inoltre, sia in campo maschile che in quello femminile si registra il record del percorso: Lhoussaine Oukhrid (31’48”) e Maria Stella Petter (37’42”).

Anche quest’anno gli organizzatori hanno saputo confezionare una giornata/gara ad hoc, nulla da eccepire né sul percorso (riproposto) né sulle segnalazioni né sul ristoro finale. E’ andata così !!

Per quel che mi riguarda, prestazione deludente nonostante le aspettative della prima domenica estiva (vedi i primi km, positivi) e in considerazione anche della tipologia del tracciato. Nello specifico, questo ‘campanello’ che viene e che va – ma che c’è – non mi convince affatto e mi crea qualche apprensione (…) perché è da diverso tempo che mi infastidisce e mi da strane sensazioni !!! ;((.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *