THE ONE – il primo contratto

 

LUGLIO 2012.

L’anno scorso, terminati dei corsi presso una scuola di Milano che ho voluto frequentare per specializzarmi (!!) nel settore Web, inseguendo – non lo nego – una mia passione che – allora non ancora ben definita – mi portavo avanti dai tempi delle scuole medie, quando feci il primo approccio con il mondo del computer con  il Commodore 64 pietra miliare degli anni fine Ottanta-Novanta: già allora ricordo con piacere come mi divertivo a spadroneggiarci, a fare del manuale una sorta di bibbia, ai semplici programmi, anche un pò “di nicchia”, che sviluppavo …

Così, già allora avrei potuto intraprendere questa nuova avventura, entrare ‘a tutti gli effetti’ nel mondo del Web ! .. Ma ho deciso di ‘ attendere ‘alla finestra’ qualche possibile proposta, tentennando dunque su una possibile soluzione ‘fai-da-te’,  che magari potesse rispondere anche alla mia nuova preparazione ….

 

GIUGNO 2013.

Lo scorso 18 maggio ho fatto tre anni a casa dal lavoro !! ‘QUA BISOGNA INVENTARSI QUALCOSA !!’. Quante volte in questi ultimi anni anche con gli amici si è arrivati a questa conclusione !! Motto forse banale ma ricorrente in questo periodo ! …..

 

Giugno è stato forse ‘l’ago della bilancia’ di una situazione generale (su scala ‘macro’) che involveva anziché andare a migliorare, anche a seguito di una bella esperienza vissuta sempre sullo sfondo del Web, ‘spronato’ dal mio amico Roberto Di Prima: una scelta non semplice perché tra l’altro l’incontro si svolge nello stesso weekend in cui si svolgono le finali provinciali di pallavolo in cui sono coinvolto (e sarebbe il secondo anno che le salterei !). Una volta ricevuto l’ok dal designatore, non ebbi dubbi e mi occupai della definizione della trasferta.

Abbiamo così partecipato ad un seminario di ‘Web Design’ che si teneva a Roma; si trattava, come abbiamo appeso dalla pubblicità, di una cosa decisamente giovane essendo questa solamente la seconda edizione.

Premesso che a livello di ‘figura professionale’ il Web Master/Web Designer non è ancora riconosciuto (vedi ad esempio la confusione per eventuali leggi di riferimento o semplicemente per un ‘listino prezzi’ quindi per i corrispettivi esigibili), qui abbiamo conosciuto un giovane e dinamico gruppo di personaggi che da pochi anni a questa parte è un po’ il mattatore del ‘movimento’, capitanati dal guru Nando Pappalardo.

All’evento eravamo presenti in 150, provenienti dalle diverse regioni d’Italia; il primo anno  – ci hanno detto gli organizzatori – si contavano più o meno una cinquantina di partecipanti; segno della crescita esponenziale che in un lasso di tempo direi breve ha avuto il settore …

Si è trattato di una due-giorni assolutamente gradevole anzitutto per i contenuti stessi che abbiamo affrontato e che andavano a rispondere ai diversi aspetti/ambiti di lavoro del web master/designer come pure alle metodologie ‘d’attacco’. Una sfaccettatura molto apprezzata è stata la possibilità di avere all’interno dell’evento stesso dei momenti in cui letteralmente scambiarsi i biglietti da visita che ognuno opportunamente si era portato con i presenti, in modo da allargare da subito i propri contatti e chissà !! …

E ora di basta ! – Mi sono detto appena uscito con altri amici dal salone dove si teneva il convegno -. ‘La mia vita’ è segnata !!

 

In queste ultime settimane dunque sto viaggiando in questa direzione, con una intenzione ben chiara: riuscire nel mio intento ‘di professione’: la strada sarà dura e il percorso (immagino !) ancor più insidioso e non certo ‘in linea’ ma sento che perlomeno ripagherà un mio desiderio ‘nel cassetto’, e se poi devo trovare qualcosa per togliermi da questo stato ‘di sospensione’ …. punto dritto al sodo !!!!

 

 

Luglio e agosto passano veloci, pur nella loro lentezza estiva con innanzi sempre questa chimera, alla ricerca di un lavoro ‘dignitoso’. Ecco che a settembre qualcosa comincia a muoversi: il servizio di inserimenti di Varese a cui mi sono iscritto da qualche tempo mi segnala un paio di colloqui, di cui uno in particolare risponde alle mie esigenze, al mio famoso ‘bagaglio acquisito’. Nell’ambito del progetto sponsorizzato dalla Regione Lombardia la ‘manna’ pare però arrivare da un terzo, presso uno studio di consulenza del lavoro. Vista la ‘ruota’ che non gira da una parte, considerata la situazione ancora alquanto immobile del mondo del lavoro, decido di avviare questo tirocinio … Questa esperienza, iniziata a novembre del 2013, perdura fino alla terza settimana del marzo seguente quando, scaduto il periodo di contratto, vengo avvertito dalla referente che la regione non dispone di risorse per rifinanziare il progetto (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ……………………….) ..

 

 

Bbene si torna a stare  a casa – mi dico -. Nelle settimane che seguono, mentre già qualcosa di assopito ricomincia a farsi sentire, quasi una fiammella che si ravviva. In questo contesto, talvolta ripenso al perdurare di una situazione che mai avrei immaginato me come protagonista (“non ultimo fra gli ultimi”), ad una ribellione a uno status ‘di stagnazione’ che continua a perdurare inesorabilmente e che la cronaca insegna che può giungere addirittura a schiacciare ! …..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *