La prima del ‘primaverile’ in u18

Eccomi oggi pomeriggio ad un nuovo ‘banco di prova’ della stagione pallavolistica: la designazione odierna mi porta a Cavaria per una gara della categoria ‘under 18’ tra le padrone di casa e la squadra bustocca di san Marco; prima direzione della stagione in questa categoria (ad ora non mi capita spesso di dirigere in qiuesta categoria !! ), per cui vivo l’appuntamento con una giusta dose d’ansia …
Partita peraltro abbastanza tranquilla quanto a gioco con le locali che soffrono la superiorità di San Marco solo nel primo set per poi gestire abbastanza agevolmente i successivi, approittando anche di un ‘accomodamento generale’ e qualche leggerezza di troppo delle avversarie.
Quanto alle sensazioni provate nella direzione riesco a gestire i ‘giochi’ abbastanza facilmente anche se non mi pregio di una direzione impeccabile… A questo livello non si possono commettere ‘leggerezze’ (forse altrove ammissibili …), ma cercare di mantenere un occhio vigile su ogni pallone o sviluppo di gioco; comunque, mi viene sempre da agire con il ‘buon senso’, non arrivando certo a fischiare ogni azione/grsto dubbio !
E’ proprio dalla prontezza dei riflessi che si riesce a priori a sviluppare (cara grazia !), a precscindere dal tipo di gara, che si fa la differenza (e qui sta l’abilità dell’arbitro) palla toccata, palla dentro, palla fuori … non facendosi influenzare dall’esterno. In qualche frangente ho avuto la sensazione nella gara di stasera di poter commettere degli errori di valutazione (??!) ma al contempo ho avuto la (ri)conferma che talvolta (o forse pesso) ciò che vede l’arbitro è diverso da ciò che vede chi sta a guardare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *