Adobe CC versus Adobe CS6

Adobe CS6 vs Adobe CC

 

In un panorama informatico dove ormai da qualche tempo si è cominciato a parlare di “cloud” – alias “nuvoletta” -, abilitando cioè un termine ‘ignoto’ per definire una tecnologia mediante cui dati, archivi, file  ecc.  di fatto “pesanti”, ingombranti presenti  sulla singola macchina locale vengono memorizzati ‘aer‘ (‘in aria’), in uno spazio intangibile, immateriale piuttosto che su unità disco sempre più dispendiose , facendo appunto pensare a  ‘una nuvola’.

Dunque, tra tutte le major, Adobe ha sviluppato, sull’onda della tecnologia nascente una nuova  release dei suoi programmi specificamente pensati per il mondo della grafica e della ‘lavorazione digitale’.

la Creative Cloud, contrapponendosi così a una politica della casa stessa, quella di concedere l’utilizzo dei suoi prodotti con licenza ‘illimitata’; ciò ha determinato però una indubbia onerosità dei pacchetti stessi di casa Adobe, benché siano state proposte nel contempo diverse offerte ad esempio verso insegnanti o studenti.

Adobe Creative Cloud – che si fonda sulla innovativa tecnologia Cloud – presenta anzitutto un nuovo modo di acquistare i prodotti della famiglia Adobe rispetto a quanto sappiamo e amiamo. Il package della Creative Cloud (CC) è fatto di tante singole parti per cui “tu usi quello che ti serve del pacchetto “, il quale fornisce abitudinariamente il miglior software del settore ad un prezzo decisamente contenuto (29 e i 49 dollari al mese),  basandosi sull’idea di base che prevede la possibilità di poter utilizzare qualsiasi sw – più sue eventuali release (come CS7) e tools previsti – per un periodo di tempo determinato maggiore di quello solito.

Dunque, l’ offerta Creative Cloud prevede un pacchetto con tutti i software che fanno parte della CS6, comprese alcune migliorie ai programmi stessi e aggiornamenti (Adobe Acrobat XI e Adobe Photoshop CS6.1),  più altri più specifici ( LightroomAdobe MuseAdobe Edge, più un tramite per trovare una soluzione ai tuoi servizi professionali di publishing. La maggior parte di essi non viaggia però attraverso la rete quando richiamati bensì dopo che sono scaricati e installati sul computer in locale e c’è solo bisogno di collegarsi un paio di volte ad Internet perché vengano ‘rinnovati’ (ciò fa capire che c’è una sorta di ‘group’ di collaborazione  online per la CC che permette la gestione, lo scambio e la memorizzazione fra i diversi computer dei file basati su questa piattaforma. Per questo non si paga alcunché ma c’è un livello ‘free’ di adesione alla Creative Clooud che fornisce sostanzialmente le stesse caratteristiche del”pacchetto full”.

Pertanto, in questo modo con questi sw Adobe è in grado di offrire prodotti non più condizionati da una licenza ‘a termine’, inoltre ora un upgrade degli stessi ad un basso prezzo è consentito solamente se si è già in possesso di una precedente versione rispetto a quella corrente. Pertanto, chi vuole fare un aggiornamento alle versioni CS6 o CS6.5 deve essere già in possesso di una release CS5 o CS6 può usufruire di queste agevolazioni nel prezzo; diversamente, chi possiede una versione CS3 o CS4.

 

Cloud vs CS6 – Which is right for you ?

 

Come visto, nel recente passato sono avvenuti determinanti cambiamenti, e Adobe ha deciso di interpretarli al meglio . Ma allora, a chi si addice l’uno e a ci l’altro prodotto ?

Occorre anzitutto porsi delle domande riguardo all’uso che si deve fare di un pacchetto come quello offerto dalle CS, quanto spesso si pensa di utilizzarlo, quale tool se non tutti si pensa di utilizzare, se si pensa di avere necessità che per questi si possa poter contare periodicamente di aggiornamenti.

Il costo della Creative Cloud è di poco meno di  $50 l’anno contro un costo di $75/mese con possibilità di rinnovo. $29,99/mese per aggiornare il pacchetto da una precedente versione, che diviene di $19,99 per studenti e insegnanti. Quindi una media di $600 per semplici acquirenti, $360 per chi proviene già da una CS, $240 per insegnanti/studenti … una media di $1-2/al giorno.  In compenso, ad esempio usare Photoshop costa $700 la versione full, $200 l’upgrade, Lightroom $50 la versione completa, $80 l’upgrade … e similarmente per gli altro sw della CS …

Diversamente, se si è un utilizzatore abituale della Creative Suite, allora la Creative Cloud può essere una novità positiva. La CS6 Master Collection  è venduta a $2600 nella versione full, $1050 l’aggiornamento dalla CS5, vecchia di due anni. Così, pagando una differenza di $1200 (sui due anni) la Creative Cloud è migliore, specialmente se comparata a  una versione ‘stabile’ a $2600. E senza contare che l’alternativa Cloud  è l’ideale per chi ha intenzione di utilizzare il pacchetto solo per determinati tools e per un certo periodo (lavoratori a progetto, dipendenti, freelance, … paghi solamente quando tu usi il programma.

 

Adobe CC aggiorna tutti i singoli sw compresi tradizionalmente nella CS6; inoltre, aggiunge i tools Adobe Muse e Adobe Edge. Diversamente, nella nuova suite non sono stati rivisitati Fireworks e Encore, sebbene ambedue siano ancora parte integrante della CC nella versione della CS6 Lato positivo, Adobe InCopy è stato aggiunto alla CC come parte integrante. Nessun cambiamento sostanziale invece per Acrobat X  Pro e Flash Builder 4.7.

L’abbonamento base per poter lavorare utilizzando Adobe CC parte da $999 al mese, compresa a possibilità di avere gli upgrade.

Qualche elemento chiave sulle novità della Adobe CC:

  • La solida ma leggera applicazione Creative Cloud rimpiazza tranquillamente sia il gestore Adobe delle applicazioni sia la connessione Creative Cloud, e pure il passaggio fra le versioni.
  • Tecnologia cloud basata su sincronizzazione e sharing per tutte le personalizzazioni impostate come Preferiti, Impostazioni, pennelli, collegamenti veloci, ambiti di lavoro, stili, font, colori, e così via.
  • Grazie allo strumento Behance permette di gestire, scambiare e caricare , progetti di design e lavori grafici tutto sempre restando sul cloud, la ‘nuvoletta’ come si vorrebbe.
  • 680 tipi diversi di carattere possono essere scaricati ed installati localmente sulla propria macchina.
  • Coloro che sottoscrivono un abbonamento annuale potranno usare tutti i prodotti della Creative Cloud per 99 giorni senza bisogno di riconvalidare la suite stessa o di connettersi ad internet (al più dopo il 180imo giorno).
  • Le nuove apps CC si installeranno e lavoreranno a fianco delle vecchie versioni dei prodotti Adobe come Creative Suite 6, Creative Suite 5, etc., e saranno in grado di ripristinate o esportare nel formato di file della CS6.
  • I sottoscrittori di un pacchetto CC avranno accesso al download e all’installazione di precedenti versioni da un archivio di release per desktop dalla CS6 in avanti.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *