Yaka Malnate: la Stella Azzurra diventa tricolore per la prima volta

I varesini sono campioni d’Italia nella prima edizione dell’under 13 “3×3” maschile

 

Il primo è quello di una Stella. Lo Yaka Volley Stella Azzurra Malnate è infatti la prima squadra ad iscrivere il proprio nome nell’Albo d’Oro delle Finali Nazionali “3×3” maschili.

Ad Assisi i giovanissimi varesini (classe 2000/2001), già Campioni Regionali, conquistano il tricolore superando 15-14 (si giocava al meglio dei tre set con conclusione ai 15 senza il doppio vantaggio) al terzo set la Robur Angelo Costa

Ravenna. “Definire questo successo inatteso è ancora poco – sono le prime parole di Franco Daverio, dirigente dello Yaka – ma, proprio per questo e per il modo in cui è arrivato è ancora più bello”. Ecco il racconto di questa fantastica vittoria: “Siamo partiti per Assisi consapevoli di dover affrontare squadre sicuramente più forti di noi e quindi con l’obiettivo di dare sempre tutto partita dopo partita senza mettere pressione sui ragazzi. Arrivati in Umbria, come si dice, abbiamo toccato con

mano: ci siamo resi conto di dover affrontare squadre sicuramente più “fisicate”, più tecniche ma anche squadre sicuramente alla nostra portata”. Il primo girone è stata, se necessaria, un’ulteriore conferma di tutto ciò: “Dopo le vittorie iniziali, la prima fase

si è chiusa con la sconfitta con Falconara per 1-2. Nonostante questo ko ci siamo qualificati lo stesso tra le top 16 delle Finali e la formula ci ha inserito nuovamente in un girone con i marchigiani”. Non solo nello stesso girone, ma con Falconara è stata ancora l’ultima partita del gruppo per una sfida con una posta in palio altissima: “Chi avesse vinto questa gara, si sarebbe qualificato per le semifinali – prosegue Daverio – Bravi i ragazzi a non ripensare al ko della prima fase e ad affrontare Falconara con lo spirito giusto. Questa volta siamo stati più attenti e fortunati – in queste manifestazioni un briciolo di fortuna ci vuole sempre – vincendo per

2-1 e conquistando il passaggio tra le prime quattro, un traguardo che per noi era già fantastico”.

Però l’appetito vien mangiando … “La semifinale con Francavilla è stata forse

la partita più emozionante. Dopo i primi due set vinti uno per parte in pieno e facile controllo, nel terzo siamo partiti malissimo. 2-9 sotto e strada che definire in salita è poco, con un set che si chiude ai 15”. Invece ecco la rimonta: “Bravi i tecnici

a mantenere la calma e a trasmetterla anche ai ragazzi. Palla su palla

abbiamo agganciato Francavilla e ci siamo aggiudicati il parziale 15-14 conquistando la fin<le con Ravenna”. Che, a dire il vero, non è stata meno emozionante visto come si è conclusa: “Come andamento è stata molto coinvolgente ma, vista forse l’importanza della posta in palio, è stata tecnicamente inferiore alla semifinale: tanti errori da una parte e dall’altra, tanta grinta ma anche tanta paura di sbagliare come del resto, a questa età, è più che normale”. Andamento simile alla gara con Francavilla nei primi due set, quindi 1-1, e poi? “Lotta punto a punto con i nostri ragazzi bravi ad andare 14-12. Sul primo match point abbiamo sbagliato la battuta, poi bravi loro ad annullare il secondo per il 14-14”. Lo scudetto in un punto quindi … “E, a conferma di quanto ho appena detto, è arrivato il loro errore in battuta che ci ha consegnato il tricolore.

Vincere al fotofinish in questo modo è ancora più bello ma è giusto riconoscere i meriti dell’avversario che, ovviamente, si sente ancora più beffato dal destino. Per questo voglio fare i complimenti sinceri sia a Francavilla sia a Ravenna”.

Al di la del grandissimo risultato che manifestazione è stata questa prima Finale Nazionale Under 13 “3×3”? “Bellissima e non lo dico perché abbiamo vinto. Partite all’aperto in una città splendida come Assisi,

giovanissimi atleti che hanno dato tutto sul campo e si sono divertiti anche fuori stringendo nuove amicizie: un clima di grande festa che ha permesso anche di non sentire più di tanto i 30° e oltre che abbiamo affrontato”.

E a voi di scrivere una pagina di storia dello Yaka Volley Stella Azzurra: “Ci stiamo rendendo conto solo ora di essere Campioni d’Italia e di aver realizzato quello che già defi nire sogno ci sembrava esagerato. Godiamoci questo scudetto ma pensiamo

già al futuro per mantenere questo livello e, se possibile, anche migliorarlo”. I vice campioni regionali del Volley Passirano hanno concluso la loro esperienza al trentesimo posto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *