La Stracascine

Come da tradizione, alla classica di Cavaria di domenica scorsa segue l’appuntamento con la Stracascine di Albuizzate, penultima prova del circuito del PSV. Anche qui, in simbiosi con la gara che la precede, si parla di grandi numeri sia come partecipanti che per alcuni nomi di spicco del panorama podistico nostrano e non (nelle edizioni passate, si è vista la partecipazione di nomi di spicco di atleti di caratura internazionale).
In antitesi con le altre gare, qui partenza alle 9.30. Così dopo essere partito da casa come sempre con buon anticipio, e dopo aver compiuto un periplo del quartiere in cerca del ritrovo della gara (segnaletica non adeguata ?!!), mi avvicino ai miei compagni di squadra, saluto gli amici d’avven tura già presenti (Fra gli altri mi imbatto nel gruppo della Mezzanese con gli amici Giuseppe, Stefano, Silvana, Simone – ma dov’è il Sam ? -; con piacere vedo che è presente Massimo Riva ‘amico dei tempi che fiurono’…) e , dopo aver sbrigato le solite formalità, torno alla macchina per cambiarmi.
Passeggiando sull’ampio parcheggio antistante la partenza ritrovo il Playbeppe che oggi corre in casa il quale però conferma di non essere in buona forma (si vabbé !..)
Benché la partenza sia dunque posticipata, noto già un buon numero di presenze: più di 800 i partenti (rubo il dato dal blog di Giuseppe Bollini).
Sulla falsariga di questi ultimi giorni, la giornata è favorevole, non fa nemmeno freddo; il percorso odierno è molto gradevole e piacevole (sarà per questo la presenza non indifferente ?), un continuo saliscendi attraversando il paese con le sue belle cascine e la campagna circostanti.
Passeggiando sull’ampio parcheggio antistante la partenza ritrovo il Playbeppe che oggi corre in casa il quale però conferma di non essere in buona forma (si vabbé !..)
Benché la partenza sia dunque posticipata, noto già un buon numero di presenze: più di 800 i partenti (rubo il dato dal blog di Giuseppe Bollini).
Quindi si parte, piazzato come sempre a metà del gruppo avverto che le sensazioni sono discrete, nonostante il perpetuarsi di uno stato generale ‘cosìcosì’che non sono riuscito a colmare negli ultimi tempi ! Primo km caratterizzato da una doppia curva e da una salitella capace di testare i muscoli dei podisti di giornata, poi dopo u n passaggio stretto di lato a un cortile ci si tuffa nelle campagne e sentieri boschivi circostanti….attento ad ogni minimo campanello procedo con una andatura da 5’ – 5’20 al chilometro, in media direi !
, ma con il procedere dei km patisco il fondo e sono costretto a fermarmi alcune volte (!!!) per riprendere fiato (.. e perdere di conseguenza quanto guadagnato in precedenza)
Dal quinto chilometro si riprende il sentiero boschivo fatto all’andata e uno stretto passaggio che ci accompagna nei pressi del parco pubblico. Mi raggiunge Michele Immobile il quale mi esorta a ‘non mollare’ ma devo ammette che quando si perde la concentrazione sui propri passi, il proprio ritmo salta tutto !!
In sua compagnia, sopraggiungiamo nella zona verde antistante il campo da calcio il che segnala manca più o meno 1 chilometro e 500 metri circa alla fine; usciti dal parco si percorre un breve tratto in discesa che riporta sulla superstrada e quindi alla fatidica salita di giornata che conduce al Castello (è proprio qui che mi si affianca Samuele) e dopo un lungo (.. e interminanile !! ..) rettilineo al gonfiabile.

0 pensieri riguardo “La Stracascine”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *