La 7 Campanili: un pò di storia

Per assistere alla nascita del “CROSS COUNTRY DEI SETTE CAMPANILI” bisogna risalire al lontano 1914 grazie all’organizzazione della Società Ginnastica“Sempre Avanti”, gloriosa società sportiva di Cavaria fondata nel 1903 da un gruppo di ragazzi appassionati di sport (ed allora lo sport era appunto un gioco da ragazzi).
Per alcuni anni gli atleti della società si limitarono a gareggiare con importanti risultati tra i quali spiccano i piazzamenti ottenuti nella prima gara Nazionale di corsa campestre (Cross Country) effettuatasi in Italia organizzata dalla Gazzetta dello Sport nella brughiera gallaratese.
Nello stesso anno 1906 il giorno 30 Dicembre, venne organizzata a Cavaria dalla “Sempre Avanti” la prima campestre che, nel 1914 divenne gara a carattere Nazionale e prese l’attuale denominazione “CROSS COUNTRY DEI SETTE CAMPANILI”.
Tale nome nacque grazie all’idea degli organizzatori dell’epoca che, di fronte all’obbligo di fissare dei posti di controllo in determinati passaggi obbligati, decisero di prendere come riferimento i campanili dei paesi vicini quali Santo Stefano, Oggiona, Orago, Jerago, Premezzo, Caiello con partenza e arrivo a Cavaria.
Fu così data vita con il patrocinio della “Gazzetta dello Sport” ad una originale gara per il cui caratteristico percorso non privo di difficoltà per gli ostacoli naturali (tra questi il più duro era il leggendario scalone riprodotto dal famoso disegnatore A.BELTRAME sulla copertina della “Domenica del Corriere” del 2 Febbraio 1926 che gli atleti dovevano superare per raggiungere le diverse località, assunse ad un livello di importanza tale da essere compresa tra le classiche (ritenuta la più classica) delle manifestazioni Nazionali del genere sia dal punto di vista sportivo che spettacolare tanto che a gareggiare si ritrovavano i migliori atleti italiani, il 25 Marzo 1934 per la prima volta la corsa assegnò il titolo di Campione Italiano.
Divenne gara nazionale fino agli anni 60 quando, con il cambio generazionale e il modificarsi delle tradizioni, subì un rapido declino.
Dopo qualche isolata edizione risalente agli anni 70, la corsa venne riorganizzata, se pur a carattere non competitivo, nel 1982 dalla rinata “Sempre Avanti”.Immagine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *