La serale a S. Anna

Il terzo sabato di luglio si corre, come da tradizione, una classica del Piede d’Oro, l’unica serale inserita nel circuito in quei di Besozzo, in sinergia con la festa patronale di S. Anna.
Così, in una (per fortuna) serata relativamente rinfrescata dalla variabilità del meteo di giornata, unita a una leggera arietta, alle 20.30 si parte. Poco prima lo speaker Ugo nel presentare la manifestazione annuncia una “piccola” variazione al consueto tracciato che accompagna i partecipanti per le vie del paese e la risalita fino a lambire Cardana quindi la ridiscesa fino al punto di partenza, la quale non è poi così tanto ‘piccola’ come voleva farsi credere – a sentire i più -, on l’impegnativo passaggio nella frazione di Bogno e l’aspra salita di S. Pietro, vera spaccagambe !!
Al ritrovo come mio uso saluto un pò tutti tra cui Simone e Giuseppe, Paola, quindi vedo arrivare gli amici Samuele, fresco vacanziero, Stefano, Giuseppe, Silvana, Giovanni, Gianni e Francesca.
Io parto tranquillo, confermando il buon momento, ogni tanto (per scrupolo) sbircio sull’orologio per forse cercare conforto: 5′ al primo chilometro, poco superiore al secondo mentre dal terzo, avvertendo il ritorno di qualche risentimento di domenica cominciano a cambiare drasticamente (!!) con la ‘venuta di S. Pietro’ !, così vado sulla media dei 6′. Macinati i primi due chilometri già impegnativi segue un brevissimo tratto di falsopiano che non sarà altro che il preludio per il piatto forte della serata (Siamo quasi a metà è in questo momento che una sciura che è li a vedere dice a un altro signore lì presente: ‘Eh adesso c’è da morire !’ — – io già trsafelato ‘Ggrszie signora !’. Giunri alla sommità si è quasi a metà; mi si affianca un ragazzo del posto – penso tra me e me che di salite oggi siamo a posto, ma …’.. E, ce n’é ancora !… Vabbé andiamo avanti ! Ci si addentra poi in un aentiero di un km o poco meno che ci porta nel tratto finale con la ridiwcesa verso il centro di Besozzo, l’attraversamento della strada principale e un pò di zigo-zago (qui diversamente dagli anni precedenti non riesco proprio a tirare – benché vorrei -, provato da quanto fatto finora e da un ritorno dei postumi della domenica precedente.
Il percorso fdi questa gara organizzata nbel, comune di Besozzo ormai lo si conosce, nulla da eccepire per la tipologia del profilo. Che dire della modifica preannuciata ? Beh, non era cosa da poco (sono curioso di sapere se qualcuno è riuscito a correrla !) anzi sicuramente più tosta e impegnativa di quello ordinario e per ciò parrebbe non trovare condivisione fra i protagoniati o semplici frequentatori ma che tutto sommato dà una sferzata ai tanti podisti intervenuti. La richiesta di Bogno di rientrare anche in questa classica di Besozzo ha avuto subito il suo peso !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *